Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intervento riabilitativo e funzioni cognitive nelle psicosi

Obiettivi del lavoro
Descrivere le funzioni cognitive
Descrivere le principali sindromi psicotiche
Descrivere i principali interventi riabilitativi rivolti ai deficit cognitivi
Funzioni Cognitive
Rappresentano l’espressione della nostra attività mentale, sono quelle capacità che ci permettono una corretta interpretazione e gestione delle informazioni:
• Attenzione
• Percezione
• Intelligenza
• Memoria

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE In questo lavoro ho scelto di ripercorrere storicamente le tappe fondamentali che hanno segnato il cammino della scienza psichiatrica dal 1700 ai giorni nostri; quindi proveremo a descrivere il percorso che la cura della malattia mentale ha compiuto a partire dal sistema manicomiale fino ad oggi. Quello che ci interessa evidenziare è, soprattutto, come si sia evoluta la scienza psichiatrica negli ultimi due secoli; approfondiremo inoltre i fattori scientifici e culturali che hanno contribuito a modificare la visione della malattia. Dalla promulgazione della legge 180 ad oggi sono trascorsi trent’anni e il lavoro iniziato da Franco Basaglia ha trovato poi nei suoi epigoni l’applicazione di un nuovo approccio alla cura di questi disturbi. Sebbene la malattia mentale sia sempre stata presente tra noi, essa non è mai stata considerata come altre malattie organiche. Nell’antichità al “folle”, paradossalmente, erano attribuiti poteri divinatori; in epoche successive e fino a tutto l’ottocento la malattia mentale è stata confinata nell’emarginazione e nello stigma sociale. Possiamo dire che solo con l’avvento dei primi farmaci antipsicotici, realmente efficaci, è stato possibile un approccio al disturbo psichiatrico rispettoso del paziente. Vedremo infatti come nei primi anni del ’900 siano state tentate anche terapie psicochirurgiche che oggi ci appaiono quasi delle “torture”. A partire dalla chiusura dell’istituzione manicomiale e con la nascita

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Sandra Commodari Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 495 click dal 02/05/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.