Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indipendenza e Conflitto di Interessi nella Revisione Legale dei conti: Qualità ed Evoluzione della funzione del revisore alla luce delle recenti riforme.

La Revisione Legale dei Conti costituisce, nei tempi moderni, uno dei principali baluardi e presidi a tutela dell'Interesse Generale dell'Economia e degli scambi e dunque dell'Interesse Pubblico che diventa Interesse Sociale teso a garantire Crescita, Produttività, Investimenti ed Occupazione, in un sol termine, il Benessere Sociale. Il trattato in oggetto, analizza profondamente e in maniera critica ma propositiva, il target dei Controlli Esterni (ed Interni) a livello aziendale-imprenditoriale, attraverso sia la normativa più aggiornata oggi a disposizione del settore, sia mediante l'attività pratica-professionale e procedurale che caratterizza la funzione de quo. Oltre a seguire i dettami ragioneristici e di tecnica aziendale, si trae spunto dai principi contabili e di revisione nazionali ed internazionali, per definire il corretto modus operandi della funzione del revisore, concentrando infine, ma non ultimo per importanza, gli sforzi di ricerca e di prospettiva sui principi cardini strutturali dell'Indipendenza e della disciplina dei Conflitti di Interesse che inevitabilmente invadono e afferiscono l'esercizio delle medesime funzioni di controllo. Si propongono, dunque, scenari possibili e prospettici, abbastanza condivisibili, elaborati sulla base delle leggi e degli errori stessi mostrati dal sistema aziendalistico-imprenditoriale e finanziario, per perfezionare o tenatre di affinare la funzione del revisore, sulla base degli scandali finanziari che sembravano appartenere a periodi passati ma che sembrano ripresentarsi ciclicamente, a dimostrazione che un sistema privo di difetti e imperfezioni è auspicabile ma difficilmente realizzabile.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’attività della revisione legale dei conti riveste, nei tempi moderni, un’importanza fondamentale e ragionevolmente strategica oltre che incisiva, determinante e imprescindibile in un Percorso guidato di crescita e di sviluppo economico-imprenditoriale o commerciale, teso a conquistare, mantenere e potenziare una posizione di solido vantaggio competitivo. Ciò implica l’affermazione definitiva di un circolo economico certamente virtuoso grazie all’ottimizzazione e al perfezionamento dei Risultati economico-finanziari, amplificando la fiducia della platea dei diversi attori economici che in tale processo sono interessati, e quindi la Redditività d’impresa e di riflesso mediato ed indiretto, esalta in misura massima il Benessere Nazionale diffuso: tale accezione ultima costituisce e rappresenta lo Scopo potenzialmente realizzabile quale frutto del concorso dei diversi attori economici coinvolti e attraverso e grazie, appunto, all’applicazione delle distinte Procedure di controllo legale dei conti, regolamentate e imposte da diverse fonti normative sia nazionali che internazionali, e sopra ogni cosa, dalla “certificazione” e dalla “dimostrazione” meticolosa, continua e coerente del rispetto ed ossequio del principio cardine ed assoluto dell’Indipendenza delle funzioni di revisione legale dei conti, che assurge a diventare vero e proprio Dogma prezioso, unico ed assoluto di tale attività 1 . Tali procedure, oggi, costituiscono uno degli strumenti determinanti che agevolano il conseguimento dei suddetti obiettivi e di tali aspetti ne sarà dato ampio risalto nella successiva trattazione. Invero, il Sistema Contabile Aziendale che si realizza soprattutto nelle imprese di dimensioni medio - grandi, (tanto più se si tratta di società quotate nei mercati regolamentati), se atomisticamente e individualmente considerato, non fornisce da solo, agli stakeholders e shareholders dell’impresa considerata,un grado di credibilità, sicurezza e oggettività tale da convincere e indurre loro una “Scommessa piena e incondizionata” sull’impresa medesima , sia in termini commerciali e di mercato sia in termini imprenditoriali e finanziari. Si può quindi affermare come l’ ”attendibilità sostanziale”, la veridicità e la correttezza delle Informazioni finanziarie si legano indissolubilmente allo spirito di trasparenza, alla cultura della responsabilità e all’integrità individuale che deve pervadere l’intera filiera dell’informazione 2 , dalle funzione di amministrazione e controllo interno fino ai Revisori ed analisti esterni, e anche su tali aspetti verterà l’argomentazione in oggetto. Le regole, poi, che ne scaturiscono, sul versante della Revisione legale dei conti, dovranno essere condivise e prefissate oltre che essere omogenee, 1 Beattie, Brandt, Fearnley, “Perceptions of auditor independence: U.K. evidence”, Journal of Accounting, Auditing and Taxation, vol.8, 1999. 2 Catturi, “Cultura del controllo e gestione del segnale informativo contabile”, Quaderni senesi di Economia Aziendale, Università di Siena, 2000.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Mirko Alchirafi Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2975 click dal 29/11/2013.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.