Skip to content

Citizen Based Brand Equity: L'evoluzione della marca politica nel 2.0

Informazioni tesi

  Autore: Davide Maiorano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione sociale e istituzionale
  Relatore: Alberto Mattiacci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 248

Le nuove tecnologie dell’informazione, e in particolare l’evoluzione rappresentata dal Web 2.0, hanno creato delle falle nel sistema mediale classico, caratterizzato dalla trinità Radio, Stampa, Tv. La comparsa sulla scena di Internet ha modificato lo scenario, creando un canale di ritorno in un flusso di informazioni fino ad allora esclusivamente top-down. Le grandi aziende internazionali hanno già compreso questo radicale mutamento aprendosi ai social network, stimolando la co-produzione e co-promozione dei propri prodotti e servizi. Se allora, come è riconosciuto da molti, è cambiato il consumatore, lo stesso vale per l'elettore? Come si relazionano i partiti con la propria base? Qual'è la natura della marca politica, è identificabile con il candidato o con il partito?
Al fine di cercare una risposta a queste domande abbiamo svolto un'analisi bibliografica che potremmo racchiudere in tre diverse macroaree tematiche: testi relativi al marketing, relativi alla comunicazione politica e testi relativi al marketing politico. L'idea alla base era quella di verificare se anche nel mondo politico si stava verificando uno slittamento verso strategie "relationship oriented", e se un modello di Service Brand Equity, in particolare quello sviluppato da Leonard Berry, fosse in grado di enucleare i punti di forza necessari allo sviluppo di una marca politica, se di marca fosse stato possibile parlare. Per far ciò abbiamo studiato i cambiamenti avvenuti nel mondo commerciale, successivamente abbiamo analizzato le modificazioni, sia nello stile che nel contenuto, che la comunicazione politica ha avuto nell'evoluzione della società. In seguito abbiamo analizzato i differenti approcci di marketing politico alternatisi nel corso del Novecento, riscontrando come questo segua, seppure con qualche anno di ritardo, l'evoluzione del suo omologo commerciale. Il mercato politico vive di regole che in nessun altro mercato è possibile riscontrare, nonostante ciò alcuni fenomeni diffusi in tutte le democrazie occidentali (crollo dei consensi dei partiti politici tradizionali, astensionismo in crescita, nascita della "campagna permanente"...) fanno intravedere un contesto che molto ha di similare con quello, estremamente difficoltoso, che si trovano ad affrontare le aziende contemporanee. La marca politica viene immaginata pertanto non come totalmente identificabile con il partito o il candidato, ma come un'entità tridimensionale che vede, oltre alle due dimensioni sopracitate, anche la presenza dei propri programmi quali ancora di valutazione "razionale" in un mercato completamente a-valutabile. Sono questi tre aspetti, partito-programma-candidato, che presi contemporaneamente permettono l'applicazione del modello di Berry che vede nella performance (programma/comportamento del candidato), connessione emozionale (identificazione partitica), personalità (personalità del candidato), internalizzazione del brand (partito), il successo di un brand dei servizi.
In chiusura si è tentato di applicare il modello di Berry per studiare due fenomeni molto diversi tra loro (il rebranding del Labour inglese e l'ascesa del Movimento 5 Stelle italiano), identificando come solo al momento di effettivo raggiungimento di tutte e quattro le strategie identificate da Berry, la marca politica di riferimento è riuscita a trionfare nella propria competizione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Non si può discendere due volte nel medesimo fiume, e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell'impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va Eraclito l tema del divenire, del mutamento, è un tema presente ricorrente nei pensatori e accademici di qualsiasi epoca storica ma, nonostante in molti siano concordi nel sottolineare l’incessante mutevolezza delle cose umane e naturali, identificare e comprendere il cambiamento in atto e cercare di intuirne la direzione non è sempre semplice. L'idea per questo lavoro nasce da un pomeriggio dell'Ottobre 2011, il 15 per l'esattezza. Leggevo sui testi universitari decine appelli e richiami ad un consumatore che cambia, che diventa esigente, che pretende voce in capitolo, allo stesso tempo in televisione scorrevano immagini di scontri in Piazza del Popolo. La Manifestazione del 15 ottobre era figlia dell'esperienza dell'Occupy Movement, un movimento di protesta internazionale contro le ineguaglianze sociali ed economiche divenuto celebre per l'occupazione di Zuccotti Park iniziata nel settembre dello stesso anno. Il mantra di questa innumerevole serie di manifestazioni era "dare la parola al 99%", che si sentiva inascoltato, non realmente partecipe della guida economica e sociale del rispettivo Paese. Le rivendicazioni del movimento del 99% sembravano in linea con quanto affermato dai molti testi che avevo sottomano in quel momento: il consumatore è stanco di esser I

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

elezioni
comunicazione politica
marketing politico
political marketing
political brand
marca politica
web politica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi