Skip to content

Ipotesi di risparmio energetico elettrico nelle industrie

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Giancola
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria elettrica
  Relatore: Roberto Cipollone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Il presente lavoro di tesi in relazione alla priorità di sensibilizzazione al risparmio energetico si pone come obiettivo lo studio e l’analisi tecnico-economica di best practices di risparmio energetico elettrico in ambito industriale.
L’elaborato è suddiviso in quattro capitoli: "L’energia nel tempo", "Impegni e obiettivi", "Soluzioni per il risparmio energetico nell’industria", "Nucleo industriale di Avezzano. Analisi dei consumi energetici e ipotesi di risparmio energetico elettrico".
Nel primo capitolo, di carattere introduttivo, lo studio dell’energia è stato affrontato attraverso un’analisi storica con particolare attenzione alla situazione attuale nel mondo, in Europa e in Italia. E’ stata, di seguito, oggetto di studio l’energia nel futuro, basandosi sul parallelismo con modelli di evoluzione della crescita economica.
Nel secondo capitolo sono stati trattati gli impegni e gli obiettivi sul tema a livello internazionale, europeo e nazionale. Sono stati quindi analizzati i lavori della Conference of the Parties di Kyoto, la normativa europea (20-20-20) e, relativamente all’Italia, i Piani d’Azione per l’Efficienza Energetica (PAEE 2007 e PAEE 2010) nonché i Piani Energetici Regionali (PER) e i Piani Energetici e Ambientali Locali (PEAL).
Nel terzo capitolo sono state prospettate le soluzioni di risparmio energetico elettrico nell’industria. Maggior risalto è stato dato agli interventi prospettati nel PAEE (motori elettrici ad alta efficienza, inverter e illuminazione efficiente). Sono stati poi trattati interventi non presenti nel Piano riguardanti il rifasamento, le analisi termografiche, il riscaldamento elettrico e i trasformatori di potenza. Infine per gli interventi di maggior interesse sono state predisposte schede riassuntive standardizzate presenti in allegato.
Nel quarto ed ultimo capitolo sono stati identificati i margini di miglioramento e gli ordini di grandezza dei possibili risparmi conseguibili nel Nucleo Industriale di Avezzano attraverso gli interventi previsti nel PAEE e riportati nel precedente capitolo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PIANIFICAZIONE ENERGETICA TERRITORIALE. IPOTESI DI RISPARMIO ENERGETICO ELETTRICO NEI NUCLEI INDUSTRIALI. 4 Introduzione Abbiamo un problema: dobbiamo riempire un secchio d'acqua con un rubinetto e scopriamo che il secchio è pieno di buchi. Cosa facciamo? Ci sono tre opzioni possibili: aumentiamo il flusso dell'acqua dal rubinetto, cambiamo il rubinetto o tappiamo i buchi. La celebre metafora del saggista Maurizio Pallante rende bene l’idea della situazione energetica mondiale ed italiana in particolare. La prima soluzione corrisponde ad un incremento della potenza o del numero di centrali elettriche tradizionali. La seconda rappresenta la volontà di utilizzare nuove forme di energia, nella fattispecie quelle rinnovabili. La terza soluzione si riferisce alle pratiche di risparmio energetico: tutte quelle scelte atte ad eliminare gli sprechi o quanto meno a diminuirli il più possibile. Quest’ultima soluzione, intuitivamente più logica delle precedenti, diventa tanto più fondamentale quanto più grandi sono i “buchi”, ma anche quanto più grande è il “secchio” e quanto più sostanzioso è il flusso erogato dal “rubinetto”. E’ indubbio, infatti, che dai buchi di un secchio più grande fuoriesca più acqua che dai buchi di un secchio più piccolo e che quindi, analogamente, le perdite saranno tanto maggiori quanto saranno maggiori le dimensioni del sistema energetico in questione. Sebbene il risparmio energetico da solo non possa risolvere il problema energetico neanche ciascuna delle altre due alternative, se presa singolarmente, è in grado di porvi rimedio. La cura ottimale è da ricercare in un equilibrato mix delle 3 opzioni, ma sicuramente “tappare i buchi” è la prima iniziativa da intraprendere. La volontà di mettersi su questa strada dovrebbe essere unanime. Gli sprechi energetici non convengono ai produttori in quanto a potenze maggiori degli impianti di produzione corrispondono costi maggiori (sia di installazione che di esercizio); non convengono agli utenti dato che li pagano in bolletta; non convengono allo Stato di cui ne limitano lo sviluppo, ma soprattutto non convengono all’ambiente e quindi alla collettività. Ridurre i consumi di energia proveniente dalle fonti fossili è una priorità assoluta per poter consegnare alle generazioni future un pianeta vivibile. Un pianeta in cui lo sviluppo non sia la causa di un progressivo impoverimento del capitale naturale. Un pianeta in cui lo sviluppo sia sostenibile. Il presente lavoro di tesi in relazione alla priorità di sensibilizzazione al risparmio energetico si pone come obiettivo lo studio e l’analisi tecnico-economica di best practices di risparmio energetico elettrico in ambito industriale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

energia
protocollo di kyoto
pianificazione energetica
risparmio energetico elettrico
incentivi
inverter
rifasamento
illuminazione
effecienza energetica
motori ad alta efficienza
lcca
riscaldamento elettrico
trasformatori di potenza
nucleo industriale avezzano
lampade
audit energetico
enel sole

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi