Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Eni e Antitrust: un rapporto difficile

La tesi si compone di: una parte generale riguardante le caratteristiche della società Eni Spa e la sua storia; i casi antitrust in cui la società ha preso parte; un ultimo capitolo che approfondisce i tre principali comportamenti anticoncorrenziali (quali abuso di posizione dominante, concentrazioni e intese) che la stessa ha posto in essere.

Mostra/Nascondi contenuto.
Eni e Antitrust: un rapporto difficile     5   Introduzione Lo scopo di questa tesi è di evidenziare il rapporto complicato tra la grande compagnia petrolifera Eni e l’Antitrust e quindi di analizzare i numerosi casi in cui la società ha posto in essere condotte lesive della concorrenza. La scelta della società è dovuta alla rilevanza di quest’ultima in più mercati e al fatto che essa è presente in quasi tutto il mondo. La tesi è strutturata in tre parti che analizzeranno le caratteristiche della società, le condotte abusive e i principali casi Antitrust. Il primo capitolo è incentrato a descrivere l’azienda: saranno illustrate le strategie, la storia della sua nascita, i settori in cui è attiva, le divisioni con cui opera e, nella parte finale del capitolo, verranno descritte le fattispecie lesive della concorrenza, quali abuso di posizione dominante e intese. Il secondo capitolo illustra i casi in cui la società ha posto in essere violazioni e le conseguenti sanzioni. Sono esaminati, nella seconda parte, cinque casi di abuso di posizione dominante e altrettanti di intese restrittive della concorrenza. In questo capitolo, è stata effettuata un’analisi molto generica di questi casi, illustrando sinteticamente il contesto di mercato, le parti coinvolte, i mercati rilevanti, le condotte, le valutazioni dell’Autorità e le sanzioni applicate. Il terzo capitolo, invece, consiste in un’analisi approfondita dei tre casi più importanti in termini di sanzioni e durata. Il primo è il caso dei Rifornimenti Aeroportuali, cartello costituito da Eni e da altre società petrolifere attive nel medesimo mercato. Il secondo caso approfondito, il più recente tra tutti, è l’acquisizione di Snam, una società precedentemente controllata da Eni, da parte di Cassa Depositi e Prestiti. Tale operazione è stata avviata proprio su impulso dell’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato e per evitare condotte anticoncorrenziali, della compagnia, tramite Snam.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia e Gestione Aziendale

Autore: Federica Leuti Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2071 click dal 06/06/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.