Skip to content

Gli effetti dell'euro sulle imprese: aspetti contabili e gestionali

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Marenghi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Tarcisio Giannini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 192

Le Ragioni dell’Euro:
L'Euro è la Moneta Unica Europea dei paesi membri dell’Unione Economica Monetaria.
Era veramente necessario sostituire le monete di tutti i Paesi membri con una sola? Si provi ad immaginare, allora, gli Stati Uniti senza il dollaro americano. Al suo posto tante monete diverse, con la necessità d’effettuare ben 51 conversioni monetarie nello stesso mercato, una per ogni valuta in circolazione negli Stati Federali.
Gli Stati Uniti non conoscerebbero il loro formidabile sviluppo economico senza la dimensione, le risorse, la facilità di scambio di un mercato interno, in cui vigono le stesse regole e, si adotta la stessa moneta.
Un mercato può definirsi unico soltanto quando il mezzo di scambio che vi si adotta è tale.
L'Euro costituirà il motore di sviluppo e rafforzamento per le Imprese, perché sarà possibile programmare le attività e gli investimenti in condizioni di maggiore stabilità, economica e monetaria.
Con la Moneta Unica, non avremo più le perturbazioni monetarie che danneggiano gli scambi tra gli Stati Membri, dove i movimenti erratici dei cambi al rialzo o al ribasso, frenano una reale crescita economica e riducono i posti di lavoro. Gli oneri finanziari delle imprese saranno più bassi, perché non dovranno più sostenere, nell’area Euro, le spese di copertura per il rischio di cambio. Contabilità, gestione di cassa e di tesoreria, saranno beneficiate e, genereranno notevoli opportunità di risparmio, e profitto.
Da solo non può risolvere, come una panacea, tutti i problemi, se non sarà accompagnato da un salto d’efficienza e flessibilità dell'Europa, al fine di liberarla da quelle ingessature che intralciano un’allocazione e un uso più efficace ed efficiente delle risorse, permettendo una crescita ad un ritmo più sostenuto, indispensabile per dare lavoro e benessere ai cittadini.
La segmentazione di mercato continuerà ad essere un fattore fondamentale di successo, ma non potrà più essere basata unicamente sull’effetto distorsivo delle diverse valute. Perchè in tal caso, per i prodotti di piccolo valore unitario, porterebbe allo sviluppo di mercati paralleli; per i prodotti ad alto prezzo unitario, come l’auto, provocherebbe un vero e proprio spostamento del consumatore finale, in virtù del risparmio conseguibile.
Possiamo pensare all’avvento dell’euro come a un cambio di lingua: nella quale dobbiamo imparare a parlare, leggere, scrivere e pensare come se fosse la nostra. Risultato di non conoscere tale lingua? Non riuscire a capirsi col mondo circostante: clienti, fornitori, concorrenti, etc.
I Paesi partecipanti all'unione monetaria costituiranno, proprio grazie all'Unione, una delle tre grandi aree economiche e monetarie del mondo, in grado di competere con quelle del dollaro e dello yen. L'euro sarà dunque un riferimento per le transazioni internazionali.
Alla base di tutto c’è anche l’antico sogno di un’Europa unita. Un Mercato unico, una comunanza d’interessi, un intreccio di commerci e una fitta rete di scambi, una consuetudine di contatti, un’unità di regole di vivere civile ed economico tale da facilitare, in un futuro prossimo, una graduale messa in comune delle politiche e delle istituzioni.
La realtà mondiale, di questo terzo millennio, è dominata dal rapido e incessante progresso tecnologico e dalla globalizzazione. L’unione, pertanto, fa la forza.
Punto fondamentale, per l'economia e per le società europee è l'esigenza di saper innovare continuamente nella qualità sia dei prodotti sia dei modi di produrre. Questo a sua volta chiama in gioco la capacità d’adeguamento delle strutture produttive. Sia dal lato del capitale, il modello societario e l'iniziativa imprenditoriale, sia dal lato del lavoro, la formazione, la flessibilità.
L’importanza dell’euro non è solo economica e giuridica ma anche sociale, gli europei, oltre a potere spostarsi utilizzando una sola moneta, pian piano si sentiranno più uniti, anche grazie all’euro. Legati dalla comunanza d’interessi, dall’intreccio dei commerci, da una fitta rete di scambi, una consuetudine di contatti, un’unità di regole di vivere civile ed economico tale da spianare la strada, in un futuro prossimo, alla graduale messa in comune delle politiche e delle istituzioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione Il presente lavoro si propone di trattare l’impatto dell’Euro sulle Imprese, offrendo una panoramica degli effetti derivanti dall’introduzione di una Moneta Unica per tutti i Paesi aderenti all’Unione Economica Monetaria. Denominati Paesi membri. La Moneta Unica può essere fattore accelerante per l’innesco di una stagione d’avanzamento, nel progresso che avanza, inesorabilmente, nella sua corsa verso il futuro. Inizialmente vengono esaminati gli aspetti introduttivi circa il significato dell’Euro, l’etimologia del nome, nonché le ragioni della sua nascita, le tappe della Moneta Unica. Nei primi due capitoli, si vanno spiegando, le motivazioni di questo processo d’integrazione che, proseguendo la sua avanzata da quarant’anni, giunge ai giorni nostri, al suo perfezionamento, con la Moneta Unica Europea. Non esclusivamente in ambito CEE, difatti è previsto un allargamento, ad Est con i paesi ex Repubbliche Socialiste, a Sud con i Paesi del Mediterraneo. Addentrandosi, poi, nell’opera, nei successivi due capitoli, si ravvisa la necessità di analizzare, appunto nel terzo e quarto, le norme per la salvaguardia dei contratti, come il fondamentale principio della Continuità dei contratti, di cui al Regolamento CE n. 1103/97 del Consiglio, del 17 giugno 1997 e, al Regolamento CE n. 974/98 del Consiglio del 3 maggio 1998; nonché i Regolamenti Comunitari inerenti i procedimenti di trattamento delle altre tipologie d’obbligazioni. In seguito, rammentando che l’Euro rileva effetti aventi attinenza con tutto l’organigramma aziendale, sono setacciate, nel quinto capitolo, le conseguenze derivanti dall’introduzione di questa nuova filosofia di vita, nelle varie aree della società. Continuando il discorso, si esaminano approfonditamente, le conseguenze derivanti, dall’immissione dell’Euro nel circuito aziendale. In prima battuta, a partire dal sesto capitolo, si scandagliano gli effetti dell’introduzione dell’euro in ambito amministrativo contabile, le modalità della conversione delle valute dei paesi membri, il trattamento dei costi di transizione, l’impatto sulla fatturazione e, le implicazioni fiscali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi