Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Autonomamente: progettazione di un sistema personale multimodale basato su profili per utenti con disabilità cognitive.

Il progetto Autonomamente si rivolge ad un’utenza che comprende i disabili cognitivi che si preparano ad una nuova vita da soli.
Il lavoro di tesi si inserisce in questo progetto creando le interfacce delle sezioni diLogin e Agenda.
Il progetto ha tre caratteristiche principali: la configurabilità, la gestione di utenti in parallelo e la multimodalità.
Data l’utenza a cui il progetto si riferisce, la configurabilità è una proprietà necessaria affinché sia l’interfaccia ad adattarsi all’utente e non viceversa. Sono stati quindi creati insiemi di parametri e contenuti: i contenuti sono visualizzati in dipendenza dei parametri in ingresso. Ogni utente ha una configurazione personale che rispecchia le proprie esigenze e che viene applicata al momento del accesso all’applicazione.
Ogni hardware è usato contemporaneamente da più utenti, quindi, si ha la necessità di sapere sempre chi sia l’utente attivo nell’istante per poter configurare l’applicazione nel modo corretto.
La multimodalità si realizza attraverso tre tipi di comunicazione: iconografica (con l’utilizzo dei set di simboli della AAC), testuale, sonora (attraverso la sintesi vocale).
Una delle caratteristiche che si riscontra in molti disabili cognitivi è l’incapacità di concretizzare concetti astratti. Questo problema si riscontra anche nella gestione del tempo. Per sciogliere questa difficoltà si è creata una visualizzazione grafica del tempo attraverso una serie di punti allineati che rappresentano le ore. L’utente, quindi, gestisce il tempo non più attraverso il suo concetto astratto, ma attraverso un concetto più concreto rappresentato da una componente grafica.
L’agenda ha due modalità di visualizzazione: una temporale, basata sulla scansione delle ore e una secondo impegni, basata sulla scelta di appuntamenti. Passando da una visualizzazione all’altra si passa dall’analisi del “quando” all’analisi del “cosa” e viceversa.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract Il progetto Autonomamente si rivolge ad un’utenza che comprende i disabili cognitivi che si preparano ad una nuova vita da soli. Il lavoro di tesi si inserisce in questo progetto creando le interfacce delle sezioni di Login e Agenda. Il progetto ha tre caratteristiche principali: la configurabilità, la gestione di utenti in parallelo e la multimodalità. Data l’utenza a cui il progetto si riferisce, la configurabilità è una proprietà necessaria affinché sia l’interfaccia ad adattarsi all’utente e non viceversa. Sono stati quindi creati insiemi di parametri e contenuti: i contenuti sono visualizzati in dipendenza dei parametri in ingresso. Ogni utente ha una configurazione personale che rispecchia le proprie esigenze e che viene applicata al momento del accesso all’applicazione. Ogni hardware è usato contemporaneamente da più utenti, quindi, si ha la necessità di sapere sempre chi sia l’utente attivo nell’istante per poter configurare l’applicazione nel modo corretto. La multimodalità si realizza attraverso tre tipi di comunicazione: iconografica (con l’utilizzo dei set di simboli della AAC), testuale, sonora (attraverso la sintesi vocale). Una delle caratteristiche che si riscontra in molti disabili cognitivi è l’incapacità di concretizzare concetti astratti. Questo problema si riscontra anche nella gestione del tempo. Per sciogliere questa difficoltà si è creata una visualizzazione grafica del tempo attraverso una serie di punti allineati che rappresentano le ore. L’utente, quindi, gestisce il tempo non più attraverso il suo concetto astratto, ma attraverso un concetto più concreto rappresentato da una componente grafica. L’agenda ha due modalità di visualizzazione: una temporale, basata sulla scansione delle ore e una secondo impegni, basata sulla scelta di appuntamenti. Passando da una visualizzazione all’altra si passa dall’analisi del “quando” all’analisi del “cosa” e viceversa. Il progetto è ancora in evoluzione e i risultati non sono stati ancora ottenuti. Esiste un protocollo di valutazione che comprende sia gli operatori (coloro che assistono giornalmente gli utenti), sia i familiari, sia gli utenti, ma poiché l’applicazione non è ancora stata installata agli utenti finali i risultati non sono ancora disponibili. L’applicazione può essere ampliata inserendo nuovi metodi di riconoscimento, per quanto riguarda il login, e attraverso l’aggiunta di assistenti cognitivi (filmati, suoni, testi che aiutino l’utente nello svolgimento dell’impegno che deve eseguire), per quanto riguarda l’Agenda.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Virginia Monaco Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1443 click dal 14/06/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.