Skip to content

Le strategie competitive basate sull'innovazione. Il caso Apple.

Informazioni tesi

  Autore: Gianluca Passerini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Cremona
  Facoltà: Economia
  Corso: Gestione d'Azienda
  Relatore: Donatella Depperu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

Il fascino che in me ha sempre suscitato tutto quanto concerne il mondo imprenditoriale e aziendale mi ha fatto avvicinare, con grande interesse, all’ambito delle strategie e delle decisioni aziendali.
Oggi, se si parla di successo imprenditoriale su vasta scala o all’azienda per antonomasia, pensiamo immediatamente alla Apple.
Le vite di milioni e milioni di persone sono state letteralmente rivoluzionate dai suoi prodotti e dalle sue innovazioni, rendendola la società con la migliore capacità d’innovazione al mondo.
Il mio elaborato ha l’obiettivo di analizzare le strategie competitive basate sull’innovazione, attraverso le quali, la società di Cupertino, ha quasi monopolizzato il mercato tecnologico.
Per raggiungere questo scopo ho suddiviso l’elaborato in tre macro-aree.

La prima prettamente teorica, ha il compito di illustrare le teorie sulle quali ho basato la mia ricerca, iniziando col delineare i tratti della corporate strategy, suggerendo su quali principi ogni impresa dovrebbe fondarsi.
Sempre in questo ambito ho poi affrontato il tema delle strategie basate sul vantaggio competitivo, approfondendo temi come l’analisi del settore, le strategie generiche competitive porteriane e la resource-based view, ho quindi concluso con la teoria della diversificazione.
Questi ultimi elementi hanno caratterizzato le scelte adottate dai vertici Apple per ottenere i successi che tutte le aziende del mondo le invidiano.
Nel secondo capitolo ho analizzato a fondo ogni aspetto delle strategie d’innovazione e di alcuni recenti studi accademici sull’argomento.
Il contributo di Schumpeter (1912) introduce il concetto di innovazione, Drucker (1985) parla di cosa gli imprenditori dovrebbero “Fare” e “non Fare” in questo campo, Bowonder e il suo gruppo di ricerca (2010) spiegano come vengono formulate le strategie e i processi innovativi, come nasce un’innovazione, quali forme assume e quali modelli segue.
Mi concentrerò poi sull’innovazione come principale strategia competitiva per l’impresa che, qualora decida di perseguirla, dovrà realizzare e preparare ad hoc l’organizzazione e le persone più adatte per renderla efficiente.
L’innovazione non va solo creata, ma anche protetta e questo Apple lo sa bene, lo dimostrano infatti tutte le battaglie legali che ha intrapreso con alcuni tra i principali concorrenti.
Affronterò poi in modo approfondito il tema focale del mio elaborato: le strategie competitive basate sull’innovazione. Basandomi sugli studi di Bowonder e gli altri studiosi (2010) tratterò la dimensione strategica di un’azienda e le differenti strategie d’innovazione.
Le tre dimensioni dello spazio competitivo sulle quali si basano queste ultime sono: la leadership competitiva, l’incremento del portafoglio prodotti e il modo in cui entusiasmare i consumatori.
Proprio grazie ad alcune di queste strategie si può comprendere quali sono state adottate dalla società californiana e come queste si siano evolute nel corso della sua storia.
A conclusione della prima parte mi soffermerò sulla ricerca di Rodriguez-Duarte e altri (2007) a sostegno della tesi secondo la quale l’innovazione fornisce una spinta alla diversificazione, proprio come avvenuto in Apple.

Nella seconda macro-area mi occuperò del caso aziendale Apple Inc., in primis ripercorrendo gli anni della storia dell’azienda dalla fondazione ad oggi, poi nel quarto capitolo, il principale della mia tesi, studiandone le strategie competitive della Apple stessa.
Cercherò al tempo stesso di spiegare ogni rilevante variazione del titolo azionario della società, analizzandone l’andamento storico.
La società di Cupertino è ciò che si colloca tra un prima e il dopo, in svariati settori dell’industria tecnologica ha rappresentato la chiave di volta verso il futuro.
Presenterò e tratterò sia le strategie e l’innovazione dei primi anni sia le strategie d’innovazione attraverso le quali, dal ritorno di Steve Jobs in poi, l’azienda si è rilanciata.
La capacità di diversificare dell’azienda ha ricoperto un ruolo fondamentale ed è per questo motivo che ho dedicato un paragrafo all’argomento.

Nella terza e ultima macro-area mi occuperò dell’analisi del caso Apple.
Grazie all’analisi SWOT e di alcuni indicatori economici come il Roe, il fatturato, i costi, la redditività, ecc… realizzerò uno studio delle prospettive future della società americana.
Infine non potrei non dedicare un capitolo al suo principale fondatore, Steve Jobs, concentrandomi su come la Apple sta reagendo e reagirà alla sua dipartita a livello societario e strategico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Capitolo I – La corporate strategy e la strategia competitiva Kenneth Andrews (1971) definì la capacità di adottare le decisioni giuste al momento giusto, un requisito fondamentale per qualsiasi impresa, tanto piu’ in un mercato particolare come quello moderno. Ciò può essere fatto grazie all’ausilio delle strategie aziendali. Originariamente la strategia aziendale indicava l’insieme delle decisioni finalizzate a individuare gli obiettivi aziendali, stabilire le politiche da adottare per il raggiungimento di detti obiettivi e definire lo spettro dei business in cui operare. In seguito si è giunti a una distinzione tra corporate-level strategy, il progetto strategico di un’azienda diversificata, e business-level strategy (strategia competitiva), finalizzata al raggiungimento di un vantaggio competitivo in un mercato ben definito. La società Apple Inc. è un curioso caso anomalo che è difficile inquadrare nelle strette definizioni d’impresa monobusiness o multibusiness. Potrebbe essere considerata appartenente esclusivamente a un settore altamente tecnologico oppure potrebbe essere considerata come impresa diversificata in vari settori quali quello dei computer, della musica, della telefonia e della televisione (con l’ultima arrivata Apple TV). Per i precedenti motivi analizzerò sia gli aspetti che si possono ricondurre alla corporate strategy sia quelli che si rifanno alla strategia del vantaggio competitivo. 1.1 La Corporate Strategy Il funzionamento efficiente della moderna economia mondiale dipende pertanto dall’efficacia delle corporate strategy. Quest’ultima è “la via lungo la quale un’azienda cerca di creare valore attraverso la configurazione e il coordinamento delle sue attività multimercato”. (Collis, Montgomery, Invernizzi, Molteni, Corporate Strategy, 2007)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

innovazione
strategie
strategie competitive
apple
strategie innovazione
innovazione apple
tesi apple
strategia
strategia innovativa
strategy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi