Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Raccontatemi la vostra storia. Memorie della propaganda fascista in un centro agricolo del Ravennate

L'idea di questo lavoro nasce dall'esigenza di indagare la propaganda fascista non soltanto a partire dall'emissione, ma spostando l'attenzione sulla ricezione; raccogliendo i ricordi dei "protagonisti" dell'epoca ho voluto verificare quanto e cosa è rimasto in loro dei messaggi politici inviati dal Regime durante il Ventennio, verificando altresì quali sono stati i mezzi più potenti per la diffusione del consenso politico. La ricerca è stata condotta sul campo attraverso interviste in profondità a soggetti che vivevano in un piccolo centro agricolo del ravennate (realtà ristretta ma particolarmente rappresentativa della situazione della maggior parte degli italiani dell'epoca); ulteriori testimonianze esterne sono utilizzate come termine di paragone per sondare le differenze dovute a ceto, censo e luogo d'origine.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 I. IL VIAGGIO NEL TEMPO Metodologia della ricerca Rientrando da una lunga vacanza, solitamente si riuniscono gli amici per un resoconto; si mostrano le fotografie e si cerca di descrivere dettaglia- tamente luoghi, odori, sapori, usi e costumi di un popolo lontano e poco co- nosciuto. Nel mio viaggio non ho percorso distanze spaziali, ma temporali. Non mi sono allontanata fisicamente dal mio paese natale, ma ho viaggiato nei ricordi di quelli che sono i “nonni ” di S. Pancrazio, nella loro memoria, nei loro racconti. Grazie ad essi ho avuto la possibilità di immergermi in un mondo completamente diverso da quello che io conosco, un mondo lontano, che i protagonisti del mio lavoro mi hanno fatto vedere e sentire, come ca- tapultandomi indietro nel tempo a riscoprire luoghi, odori, sapori, usi e co- stumi di un popolo che, pur essendo parte integrante del mio passato pros- simo, rimane lontano e poco conosciuto. Ripercorrere i ricordi della propria gioventù genera, per forza di co- se, emozioni molto forti in chi racconta; queste emozioni sono arrivate a me quasi direttamente mentre raccoglievo le testimonianze e la memoria di queste persone; forse anche grazie alla mia volontà di creare un rapporto personale con i protagonisti, in modo che le interviste non fossero percepite come tali, ma come domande che una nipote pone, appunto, al nonno o alla nonna. L’obiettivo   pri m o   di   q uesta   ricerca   è   quell o   di   indagare,   attraver so   interviste sul campo, i ricordi sulle comunicazioni del Ventennio fascista, in quello che Samuel definisce un «tentativo di avvicinare la storia alle preoc- cupazioni centrali nella vita della gente, sia attraverso la struttura

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Deborah Ugolini Contatta »

Composta da 562 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 710 click dal 21/06/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.