Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema finanziario in Cina: Morfologia, Funzionamento ed Evoluzione

Il presente lavoro indaga il sistema finanziario in Cina. Nel primo capitolo viene descritta l’imponente crescita della nazione negli ultimi decenni, ripercorrendone le tappe fondamentali e mediante un confronto con le altre potenze internazionali tramite un’analisi degli indicatori economico - finanziari principali. Sarà inoltre fornito un quadro generale delle istituzioni governative alla cui attività di regolamentazione il sistema finanziario è subordinato. Il secondo capitolo intende descrivere in maniera dettagliata il mercato dei capitali di rischio e specificatamente il mercato azionario e obbligazionario, dopo aver descritto le due borse valori presenti in Cina.
Il terzo capitolo focalizza l’attenzione sul settore bancario, sia con riferimento alla struttura e all’articolazione che esso assume nella nazione, sia in relazione al ruolo basilare che le banche e la politica del credito rivestono in Cina. Infine il quarto ed ultimo capitolo verte sulle fragilità e sui punti deboli del sistema finanziario cinese, le cui carenze hanno notevolmente caratterizzato la direzione delle politiche governative intraprese al fine di porre rimedio a tali criticità. Saranno pertanto riportate le ristrutturazioni attuate dalle autorità, indirizzate nel senso di un ammodernamento del sistema, le quali tentano di eliminare le inefficienze nonché di sviluppare le potenziali opportunità per competere adeguatamente con gli altri Paesi industrializzati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “Chinese problems, even if they affected no one outside China, would be of vast importance, since the Chinese are estimated to constitute about a quarter of the human race. In fact, however, all the world will be vitally affected by the development of Chinese affairs, which may well prove a decisive factor, for good or evil, during the next two centuries.” 1 Queste parole, con le quali esordiva Bertand Russell nella sua opera “The problem of China” nel 1922, appaiono oggi, dopo 91 anni, corrispondenti alla realtà. La crescita economica della Cina, esplosa a seguito delle riforme del 1979, ha attirato e continua ad attirare un’attenzione crescente da parte dei policy makers e degli investitori. A differenza dei numerosi studi riguardanti esclusivamente la cosiddetta sfera reale dell’economia cinese, il presente lavoro si pone l’obiettivo di indagarne il sistema finanziario, quale struttura centrale ed essenziale a sostegno dell’economia reale. Il sistema finanziario svolge, come noto, diverse funzioni: mobilita il risparmio, consente la diversificazione e la suddivisione del rischio, produce e diffonde informazione, consente il monitoraggio dei managers migliorando la corporate governance, facilita l’investimento e l’innovazione. Dall’articolazione, dal funzionamento e dall’evoluzione del sistema finanziario dipende, pertanto, sia l’efficienza nell’allocazione delle risorse, sia la stabilità e la crescita di un 1 The problem of China, Bertrand Russell, 1922, London

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Ivan Del Grammastro Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1740 click dal 21/06/2013.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.