Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazioni didattiche in realtà virtuale

* la tendenza attuale in campo educativo spinge verso un utilizzo sempre più forte del calcolatore nell'istruzione per gli indubbi vantaggi che esso offre
* il livello delle applicazioni è in crescita costante sotto ogni punto di vista, ma in alcuni campi persistono delle lacune che non dipendono dalle prestazioni dell'applicazione stessa
* esistono settori nell'istruzione in cui il contributo che può dare un sistema di insegnamento basato su tecnologie di realtà virtuale è decisamente superiore a quello di applicazioni basate su tecnologie tradizionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 INTRODUZIONE La tesi che vogliamo dimostrare con questo lavoro afferma che: PREMESSA: ? la tendenza attuale in campo educativo spinge verso un utilizzo sempre più forte del calcolatore nell'istruzione per gli indubbi vantaggi che esso offre ? il livello delle applicazioni è in crescita costante sotto ogni punto di vista, ma in alcuni campi persistono delle lacune che non dipendono dalle prestazioni dell'applicazione stessa TESI ? esistono settori nell'istruzione in cui il contributo che può dare un sistema di insegnamento basato su tecnologie di realtà virtuale è decisamente superiore a quello di applicazioni basate su tecnologie tradizionali. Sono sempre più numerosi i campi in cui si sviluppano sistemi di insegnamento automatico: si passa dalla matematica alla geografia senza alcun problema. Non bisogna dimenticare le applicazioni multimediali di carattere storico o filosofico che sempre più spesso compaiono sul mercato. Tra Ipertesti, CD-Rom e altri la scelta è veramente ampia: a priori si potrebbe pensare che con la tecnologia attualmente offerta dai calcolatori non vi siano limiti a ciò che si può insegnare attraverso un calcolatore. In realtà, se si analizza in profondità il processo di nascita e di evoluzione di questi prodotti, ci si rende facilmente conto che spesso si incontrano problemi insolubili i quali vengono superati con dei compromessi più o meno limitanti. Ad esempio, se volessi imparare a giocare a biliardo, sono sicuro di trovare ciò che fa per me? La risposta è tutt'altro che banale: qualcuno potrebbe dire di sì poiché sono molto diffusi giochi che simulano le partite in tutte le varie specialità. Ormai sono giunti ad un tale livello di perfezione grafica che attraverso lo schermo sembra di vedere una vera partita. Inoltre attualmente sono talmente tante le variabili per definire il tiro che si desidera fare, che è come se uno lo facesse davvero: c'è il cursore/mirino per la direzione o il punto di battuta, si

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro De Sanctis Contatta »

Composta da 263 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3014 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.