Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Responsabilità e competenze professionali dell'Ostetrica nella rilevazione e valutazione del tracciato cardiotocografico: analisi dei contenziosi medico legali

Questa tesi si è posta l’obiettivo di individuare le competenze e le responsabilità della categoria professionale ostetrica nella rilevazione e valutazione dei tracciati cardiotocografici, alla luce delle nuove normative, che investono l’Ostetrica di maggiori competenze e quindi di responsabilità, ma anche dei sempre più numerosi contenziosi medico legali che coinvolgono la professione stessa. Si è voluto inoltre comprendere quanto le “cattive practice” ancora in uso possano incidere negativamente sulla salute dei cittadini. Per individuare le principali criticità nel management del monitoraggio cardiotocografico, è stato analizzato un caso clinico sottoposto a perizia medico legale, sia per indagare sulla condotta dei professionisti, prendendo come parametro le Linee guida di riferimento, sia per cercare di fornire un modello comportamentale a cui ambire per scongiurare il reiterarsi degli errori.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L‟uso della diagnostica strumentale in ostetricia, finalizzata alla sorveglianza del benessere fetale in utero, mentre ha enormemente potenziato le possibilità dell‟ostetrico di analizzare lo stato di salute del feto, consentendo una tempestiva e precoce diagnosi della sofferenza fetale, ha paradossalmente accresciuto le responsabilità medico-legali dell‟operatore sanitario, chiamato sempre più spesso a rispondere giudizialmente del proprio operato in caso di esito sfavorevole dell‟evento parto. Inoltre, la frequente difficoltà interpretativa del tracciato da un lato, e dall‟altro la non costante corrispondenza tra un‟anomalia del reperto cadiotocografico ed una sofferenza fetale realmente esistente, ha comportato per diretta conseguenza un incremento di tagli cesarei inappropriati. Ed è per questo che approfondiremo l‟argomento analizzando le varie metodiche cardiotocografiche, valutandone limiti e vantaggi e facendo riferimento ai vari step che hanno condotto dalla più empirica cardiotocografia convenzionale alla più moderna cardiotocografia computerizzata, messa a punto con l‟intento di creare una chiave di lettura oggettiva tra gli operatori sanitari specializzati, per tentare di

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Rossana D'Amato Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2534 click dal 08/07/2013.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.