Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il doppiaggio delle serie televisive: il caso de El Internado (Spagna, 2007)

Dopo una prima breve panoramica generale del mondo della traduzione audiovisiva (con uno studio di doppiaggio, sottotitolaggio e voice-over), ho analizzato la prima stagione della serie "El internado" al fine di rilevare quali perdite si fossero prodotte.
Nella prima parte dell’elaborato ho affrontato la questione della traduzione audiovisiva da un punto di vista teorico, prendendo in esame le principali scuole di pensiero sull’applicazione delle tecniche di traduzione filmica. In particolare, nel primo capitolo ho analizzato il doppiaggio, ho individuato le figure professionali coinvolte e le fasi di lavoro necessarie. Inoltre ho rivolto l’attenzione alla lingua dei film e a quella del doppiaggio, che cercano di essere quanto più possibile simili a quella spontanea, nonostante in quella del doppiaggio si riscontrino in molti casi calchi semantici e sintattici rispetto alla lingua di partenza. Nel secondo capitolo ho preso in esame le altre due principali forme di traduzione audiovisiva: il sottotitolaggio, che negli ultimi anni ha conosciuto un notevole sviluppo sia a livello professionale che amatoriale, e il voice-over, metodo utilizzato prevalentemente nei paesi dell’est europeo.
Nella seconda parte della tesi, invece, mi sono proposta l’obiettivo di analizzare la serie più da vicino. Nel terzo capitolo è stato utile studiare la trama della prima stagione e tracciare un profilo psicologico dei personaggi protagonisti; nella seconda parte dello stesso capitolo ho trattato la questione della produzione e realizzazione del telefilm e della sua ricezione sia a livello nazionale che internazionale.
Il quarto e ultimo capitolo, infine, si è incentrato sull’analisi del doppiaggio vero e proprio. Dopo una prima panoramica generale ogni paragrafo si è indirizzato su una precisa tematica linguistica, e in ciascuna sezione ho indagato sulle strategie scelte dai traduttori. Tale percorso mi ha permesso di esprimere un giudizio personale sull’operato dei traduttori, offrendo, a tratti, alcune proposte migliorative, a mio avviso più rispettose del testo di partenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione L’obiettivo che mi sono prefissata in questo elaborato di tesi è stato quello di analizzare la qualità del doppiaggio italiano della serie televisiva El Internado (Spagna, 2007) in un confronto con la versione originale spagnola. Il motivo di questa indagine nasce in primo luogo dalla curiosità di verificare la fedeltà e l’aderenza all’originale; in secondo luogo dalla consapevolezza che spesso nei processi di traduzione si verificano delle perdite, e questo accade particolarmente nel caso della traduzione filmica, sottoposta a specifiche costrizioni di carattere tecnico. In terzo luogo dall’interesse di osservare se anche in questa serie si potessero riscontrare le caratteristiche della lingua artificiosa del doppiaggio, il cosiddetto “doppiaggese” e, in caso positivo, se questo fosse un aspetto preponderante dei dialoghi. La scelta del testo audiovisivo è ricaduta su El Internado per molteplici ragioni. Innanzitutto, va osservato che rispetto alla quantità di serie televisive prodotte in Spagna, quelle che vengono acquistate e trasmesse in Italia sono un numero limitato, dal momento che la stragrande maggioranza dei prodotti importati nel nostro paese proviene dagli Stati Uniti. Di conseguenza ho cercato una serie che proponesse interessanti caratteristiche sia dal punto di vista spagnolo che da quello italiano: per lo spagnolo un linguaggio colloquiale, ricco di modismi ed incline al turpiloquio; per l’italiano, incongruenze e differenze rispetto alla versione originale. Per reperire una serie che avesse queste caratteristiche ho visionato il primo episodio sia in italiano che in spagnolo di alcuni telefilm finché non ho trovato El Internado, che secondo la mia opinione rispondeva a tutti quei parametri che mi ero prefissata. Ho quindi deciso di usare per la mia analisi tutti gli episodi della prima stagione, sei episodi da circa 70 minuti ciascuno, al fine di fornire uno studio quanto più possibile completo del prodotto tradotto in italiano. Nella prima parte dell’elaborato ho affrontato la questione della traduzione audiovisiva da un punto di vista teorico, prendendo in esame le principali scuole di pensiero sull’applicazione delle tecniche di traduzione filmica. In particolare, nel primo capitolo ho analizzato il doppiaggio, ho individuato le figure professionali coinvolte e le fasi di lavoro necessarie. Inoltre ho rivolto l’attenzione alla lingua dei film e a quella del doppiaggio, che cercano di essere quanto più possibile simili a quella spontanea,

Diploma di Laurea

Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale

Autore: Serena Aldinucci Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4293 click dal 11/07/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.