Skip to content

Le icone della musica rock nel contesto della cultura anglo-americana dagli anni 60 agli anni 90

Informazioni tesi

  Autore: Consuela Torelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Andrea Mariani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

Questa tesi si propone di delineare le caratteristiche principali delle correnti musicali che hanno rappresentato al meglio i cambiamenti culturali, letterali , artistici e lo spirito delle generazioni che si sono avvicendate dagli anni sessanta agli anni 90. Il lavoro è suddiviso in quattro capitoli, preceduti ciascuno da brevi introduzioni in cui vengono descritti il periodo storico, le caratteristiche sociali, culturali e le generazioni delle rispettive quattro decadi, per poi passare ai rispettivi scenari musicali di cui i protagonisti sono le icone della musica rock, divenute portavoce del pensiero dei giovani di quel periodo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Gli anni 60 La “ Beat Generation” Gli anni 60, furono importantissimi per grandi rivoluzioni sociali e culturali. Ed è proprio a livello sociale che si ha una vera e propria rivoluzione: per la prima volta i giovani fanno sentire la propria voce, e l’occasione fu la rivolta studentesca del 68 1 . Le radici della protesta affondavano nel fertile terreno degli anni 50, quando idee conservatrici, la “ guerra fredda” 2 , il terrore della bomba atomica, creano inquietanti interrogativi tra le giovani generazioni. Il futuro si fa incerto e si sente il bisogno di crearsi una nuova identità al di là dei modelli convenzionali. Su questo terreno nacque la “ Beat Generation”, caratterizzata da atteggiamenti ribelli, anticonformisti, asociali 3 , influenzati dall’esistenzialismo 4 e dalle filosofie orientali. Il nome del movimento deriva da quello che fu dato ad i suoi aderenti, chiamati “ Beatnicks”, che non era altro che la fusione tra “beat”, ( deluso , frustrato fallito) e “ sputnick”, che 1 La protesta era caratterizzata da una continua lotta contro ogni forma di autorità. All’inizio essa cominciò come un movimento universitario, ed aveva come fulcro la città di Berkley, dove i giovani studenti universitari occuparono l’università cittadina, nel 64. Da qui poi ci fu la sua espansione verso il continente europeo, dove il primo focolaio della rivolta fu la città di Parigi, nel 68. 2 Il termine fu introdotto dal giornalista W. Lippman nel 1947 e servì ad indicare l’antagonismo sviluppatosi dopo la seconda Guerra Mondiale, tra l’America e la Russia, che portò alla formazione di un bipolarismo mondiale: da un lato la politica liberista e capitalista americana e dei paesi occidentali suoi alleati, dall’altro, la politica accentratrice e comunista della Russia. 3 Il loro stile di vita era precario, e cercavano di accentuarlo in qualsiasi maniera. In un periodo in cui le virtù maschili erano dominanti attraverso gli eroi del cinema hollywudiano come J. Wayne, i Beat portavano capelli e barba lunga, indossavano vestiti dai colori sgargianti, con ornamenti ritenuti effeminati, divenendo trasgressivamente omosessuali o bisessuali. 4 Movimento filosofico formatosi tra le due guerre, che si incentra sull’esame dell’esistenza umana e che vede l’uomo come realtà finita e non parte di uno spirito universale. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

musica
beat generation
anni '60
anni '70
rock
bob dylan
anni '80
anni 90
david bowie
the doors
velvet underground
rave
elettronica
punk
nirvana
u2
depeche mode
r.e.m.
massive attack
patty smith:
the smiths:
suede
the chemical brothers

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi