Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disorganizzazione dell'attaccamento come fattore di rischio per lo sviluppo del disturbo borderline di personalità

Questa tesi nasce dal desiderio di approfondire uno stile di attaccamento, quello insicuro disorganizzato-disorientato, e di esaminare come tale stile possa essere un fattore di rischio per lo sviluppo, in età adulta, del disturbo borderline di personalità. Il lavoro si struttura in tre capitoli. Nel primo capitolo viene delineata una panoramica della teoria dell'attaccamento, la quale nasce con un esplicito interesse verso i primi anni di vita dell'essere umano, con riferimento a John Bowlby, quale grande sostenitore di tale teoria. Vengono, in seguito, descritti i tre stili di attaccamento, individuati da Mary Ainsworth durante la procedura della Strange Situation e lo stile insicuro disorganizzato-disorientato, individuato da Main e Solomon. Proprio questo ultimo pattern di attaccamento sarà oggetto di analisi di tutto il secondo capitolo, dedicato unicamente allo studio delle sue caratteristiche. Saranno queste caratteristiche ad essere messe in relazione con le problematiche fondamentali presenti in pazienti che soffrono di un grave disturbo della personalità, conosciuto come disturbo borderline. La disorganizzazione dell'attaccamento, come verrà messo in luce, può aiutare a comprendere il nucleo della patologia borderline, in quanto consente di spiegare bene la coesistenza di gravi difficoltà nella regolazione delle emozioni e di rappresentazioni non integrate e mutevoli di sé e degli altri. Certamente diversi fattori possono convergere con gli effetti di questo pattern di attaccamento e, verosimilmente, nessuno di essi, da solo, si mostrerà sufficiente a produrre la patologia che, come la maggior parte dei disturbi, ha origine biopsicosociale. Vorrei concludere questo abstract condividendo la frase di studiosi come Dazzi e Speranza, i quali affermano che i modelli di attaccamento insicuro non costituiscono di per sé indici di psicopatologia, ma "possono rappresentare contesti disfunzionali che nel corso del tempo favoriscono l'emergere di comportamenti disturbati". Personalmente ritengo che la sicurezza dell'attaccamento e dunque una relazione sana nell'infanzia costituisca l'inizio ideale del percorso che conduce alla salute mentale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE … …Questa tesi nasce dal desiderio di approfondire un tema di cui oggi esiste una documentazione sempre maggiore: l’importanza dello stile di attaccamento che un individuo sviluppa durante gli anni dello sviluppo ed il suo ruolo nel determinare come un bambino si svilupperà successivamente. In particolare, il lavoro di tesi ha come obiettivo principale quello di approfondire uno stile di attaccamento, quello insicuro disorganizzato/disorientato, identificato da Main e Solomon (1990), e di esaminare come tale stile possa essere un fattore di rischio per lo sviluppo, in età adulta, del disturbo borderline di personalità.… Il lavoro si struttura in tre capitoli. Nel primo capitolo viene delineata una panoramica della teoria dell’attaccamento, la quale nasce con un esplicito interesse verso i primi anni di vita dell’essere umano. Il piø grande sostenitore di tale teoria è stato John Bowlby che, elaborando le sue idee nella famosa trilogia di Attaccamento e perdita (1969/1982), si schierò controcorrente in un momento storico che svalutava l’importanza ed il fondamentale ruolo della vicinanza materna e della qualità della relazione madre-bambino durante la primissima infanzia. Bowlby, invece, riconosce e sostiene fermamente, nella sua teoria, l’importanza della relazione madre- bambino. I suoi studi e le sue esperienze cliniche gli consentono, infatti, di osservare e mostrare l’influenza sfavorevole esercitata sullo sviluppo della personalità dall’inadeguatezza delle cure materne durante la prima infanzia. Nel corso del capitolo vengono descritti, inoltre, i modelli operativi interni, quelle rappresentazioni mentali che il bambino costruisce di se stesso e della figura di attaccamento e che influenzano il modo in cui, da adulto, il bambino vive e interpreta le relazioni con gli altri. Dopo una breve disamina sui principali studi di Bowlby, vengono descritti i tre stili di attaccamento, sicuro, insicuro-evitante, insicuro-ambivalente, individuati da Mary Ainsworth durante la procedura della Strange Situation, ideata nel 1969, e lo stile insicuro disorganizzato-disorientato, individuato da Main e Solomon (1990). Viene, successivamente, affrontato il tema della stabilità degli stili di attaccamento, con riferimento all’Adult Attachment Interview, quale strumento messo a punto da

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Alessandra Cassata Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5249 click dal 10/09/2013.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.