Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Turismo in Italia Oggi - Analisi statistica con particolare riferimento alla regione Puglia

Questa tesi parla dell'andamento del turismo in Italia con un particolare sguardo sul turismo pugliese, come la situazione è cambiata con l'avvento della crisi.
In questo lavoro per evidenziare l’importanza del turismo nell’economia Italiana e la sua capacità di reagire alla crisi, abbiamo considerato:
- Il contributo che il settore fornisce al sostegno e alla crescita dell'occupazione e del PIL. Infatti per incidenza sul PIL e occupazione il settore turistico Italiano è tra i più importanti al mondo;
- L’importanza dell’impresa turistica che con 158 mila imprese turistiche e se si considerano le imprese indirette si arriva a circa 383 mila unità, risulta essere il terzo polo industriale Italiano dopo quello metalmeccanico ed edile;
- La spesa turistica (cioè la somma delle spese effettuate dai turisti italiani e stranieri in Italia per l’acquisto di beni e servizi utilizzati per e durante la vacanza, ovvero nel viaggio e nel soggiorno turistico), che dopo la crisi risulta essere in leggera ripresa.
Successivamente abbiamo analizzato le varie forme di turismo classificabili in funzione della provenienza; (turismo interno, esterno ed estero) e in funzione della motivazione del viaggio; (turismo culturale, turismo religioso, ecc...).
Infine si è dato uno sguardo al settore turistico pugliese mettendo in evidenza ciò che si è fatto e cosa si potrebbe fare per un maggiore sviluppo del settore che potrebbe risultare fondamentale per la crescita dell’economia pugliese e non solo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA "La Repubblica riconosce il ruolo strategico del turismo per lo sviluppo economico ed occupazionale del Paese nel contesto internazionale e dell'Unione Europea...". 1 Anche il Presidente della Repubblica ha rilevato "…il ruolo fondamentale svolto dall'industria turistica nel nostro Paese ed il contributo che questo importante settore dell'imprenditoria nazionale può dare alla crescita economica e sociale dell'Italia" 2 , il Ministro delle Attività Produttive ha rimarcato il "...grande ruolo che il turismo ha nell'economia nazionale in termini di valore aggiunto, di consumi, di apporto economico dall'esterno e anche per la sua capacità di attivare effetti diffusivi in tempi molto rapidi ed in modo più intensivo di altri comparti”. In altre parole l'industria del turismo è uno dei principali motori dell'economia nazionale 3 . È difficile non concordare sul fatto che sempre il turismo rappresenti un fenomeno davvero importante, sul quale la società che viviamo e che spesso anche soffriamo, ripone la speranza di una maggiore crescita economica e di una riduzione dei livelli di disoccupazione, specialmente quella giovanile altamente scolarizzata. "Per quantificare alcuni aggregati macroeconomici possiamo citare gli oltre 85.000 milioni di euro attivati dai consumi turistici in Italia: il 10,8% del totale dei consumi finali interni, che hanno generato un valore aggiunto di oltre 73.000 milioni di euro: il 4,8% dell'intero valore aggiunto nazionale, ed occupato 2.4 milioni di unità di lavoro: il 10,9% dell'occupazione totale. Se poi prendiamo in considerazione il turismo come comparto allargato: includendo cioè tutti gli altri attori che spendono per il turismo (investimenti in beni capitali e spese in viaggi d'affari per le imprese e spese per turismo degli enti pubblici) oltre ai turisti stessi e aggiungiamo la percentuale degli investimenti infrastrutturali (pensiamo al caso dei porti: quelli turistici in particolare) per la loro quota turistica, allora il peso del fatturato turistico sul PIL nazionale arriva quasi a raggiungere circa il 9,4%. 1 Legge n. 135 del 29 marzo 2001 "Riforma della legislazione nazionale sul turismo" articolo 1. 2 Dal discorso tenuto da Carlo Azelio Ciampi in occasione dell'incontro al Quirinale con una delegazione Federturismo-Confindustria nella primavera del 2007. 3 On. A. Marzano, Prefazione,”Rapporto sul Turismo Italiano 2009 sedicesima edizione”, realizzato dal Centro Ricerche Mercuri s.r.l. di Firenze con il Patrocinio del Ministero delle Attività Produttive - Direzione Generale per il Turismo e la collaborazione di ENIT, ISTAT,ACI, BIT Milano, ANCI, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, Sviluppo Italia Turismo, Unioncamere e Assessorati Regionali al Turismo, Roma, luglio 2009.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Gianni Tubito Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3377 click dal 10/09/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.