Skip to content

Il bilancio delle società di calcio con particolare riferimento ai diritti alle prestazioni sportive dei calciatori

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Antoci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Alberto Bertoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

La storia recente del calcio italiano è stata segnata da una pluralità di accadimenti riconducibili al processo di trasformazione delle società calcistiche in imprese del settore entertainment.
I notevoli cambiamenti intervenuti nel corso degli ultimi quindici anni hanno decretato il riconoscimento del carattere imprenditoriale delle società calcistiche, ma al contempo hanno contribuito a determinare la loro precaria condizione economicofinanziaria.
Questa situazione di crisi cronica affonda le sue radici in un gap normativo e di cultura manageriale molto diffuso nel contesto nazionale e che mal si sposa con le mutate esigenze di un settore cui oggi è demandato un ruolo di volano economico e sociale.
Nel contesto delineato l’informativa contabile assume un ruolo di cruciale importanza per i potenziali investitori e soprattutto per i soggetti a cui è affidata l’attività di controllo sulla gestione economica delle società.
Dopo aver passato in rassegna le caratteristiche fondamentali del business calcistico e i principali riferimenti della normativa italiana che hanno un impatto diretto sulla gestione economica dei club, il lavoro si focalizza sulla dimensione contabile delle società di calcio professionistiche rimarcandone l’importanza ai fini del controllo sulla gestione economica delle stesse ed evidenziandone le peculiarità in termini di voci caratteristiche e loro trattamento contabile.
In particolare, l’analisi si incentra sulle modalità di applicazione del trattamento contabile previsto dallo IAS 38 e dallo IAS 36 ai diritti alle prestazioni sportive dei calciatori. A completamento della tematica affrontata si propone una comparazione tra il paradigma internazionale IAS/IFRS e quello nazionale dei principi contabili OIC e della normativa civilistica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 INTRODUZIONE La storia recente del calcio italiano ha dimostrato come la mole di interessi economici che ruotano intorno a questo sport possa portare a falsare il risultato della competizione sportiva a discapito della credibilità che lo stesso dovrebbe avere nel suo ruolo di volano economico e sociale. I termini Calcio Scommesse, Calciopoli, Doping Amministrativo richiamano alla mente alcuni dei periodi più bui del recente passato del calcio italiano. Oggi il calcio in Italia, insieme al suo indotto, vale circa 6,5 miliardi di euro con un contributo al PIL di circa mezzo punto percentuale. È questo un dato molto significativo a riprova del fatto che fino a poco tempo fa le società di calcio venivano etichettate come realtà soggette a uno statuto autonomo, un po’ istituzioni, un po’ portabandiera, rappresentanti di una città o di una regione; oggi la crescente centralità della dimensione economica ha portato alla luce numerose criticità sia dal punto di vista gestionale sia sul piano normativo. Le vicissitudini del recente passato hanno rinvigorito il dibattito sullo stato patologico del calcio italiano, da un lato gli eccessivi interessi economici, dall’altro le precarie condizioni economico-finanziarie dei club che rispecchiano anni vissuti al di sopra delle proprie possibilità. Non è un caso se negli ultimi tempi questo stato di difficoltà si rifletta anche sul piano sportivo con gli evidenti problemi di competitività dei club nazionali in ambito europeo e della nazionale nelle manifestazioni continentali e intercontinentali. Analizzando la fotografia del sistema ad oggi, è possibile imputare il perdurare della crisi finanziaria del sistema calcistico italiano a un deficit normativo, regolamentare e, soprattutto, di cultura manageriale ed economico-giuridica dei dirigenti del settore, incapaci di gestire l’impetuosa crescita dell’industria calcistica negli ultimi quindici anni, adeguando l’intera infrastruttura settoriale alle mutate condizioni di contesto. Negli ultimi anni, invece, troppo spesso il settore si è trovato di fronte al rischio di tracollo e, per tutelare i numerosi interessi che vi ruotano intorno, il legislatore è dovuto intervenire con provvedimenti di urgenza. Il presente lavoro nasce dall’esigenza di calare le tematiche di natura contabile nella realtà del settore calcistico, con la convinzione che la sostenibilità di lungo periodo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sentenza bosman
bilancio società di calcio
fair-play finanziario
settore calcio
diritti alle prestazioni sportive dei calciatori
valutazione dpc
piano dei conti figc
dpc
manuale delle licenze uefa
trattamento contabile dpc

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi