Skip to content

(In)stabilità delle provenienze donative e rimedi

Informazioni tesi

  Autore: Amedeo Antonio De Cicco
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Diritto civile e commerciale per il concorso notarile
Anno: 2013
Docente/Relatore: Luca Di Lorenzo
Istituito da: Scuola di Notariato della Campania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 35

La tesi mira ad indagare i rimedi per ovviare all'instabilità delle c.c.d.d. provenienze donative

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO I L’INDAGINE. CENNI INTRODUTTIVI 1. Premessa Con il presente lavoro, l’autore raccoglie un invito 1 rivolto «da privati ed istituti bancari» ad «ogni operatore del diritto, e in particolar modo» al «notaio» 2 . La sollecitazione, quantunque diretta, per così dire, ad incertam personam, è esplicita e pressante. L’esortazione è volta a non arrestare, al fine di condurla fruttuosamente a termine, l’«incessante ricerca» di metodi e rimedi 3 per «stabilizzare le provenienze donative» 4 . 1 Accogliendo il quale, autorevoli giuristi ─ vuoi esponenti dell’Ars Notariae vuoi Accademici ─ hanno fatto seguire pregevoli contributi. Tra i primi, V., innanzitutto, F. Pastore, Le provenienze donative e la sicurezza degli acquisti: rimedi e prospettive, Relazione tenuta dal Presidente Pastore Notaio Francesco in data 24 giugno 2011, in Avellino, nell’ambito dei lavori del Seminario, organizzato dalla Fondazione Emanuele Casale, Profili evolutivi del regolamento contrattuale nella recente giurisprudenza, in www.fondazionecasale.it; di recente, G. Iaccarino, Rinunzia all’ azione di restituzione, prima della morte del donante: soluzioni operative, in Notariato, 2012, 395 ss. (da cui, d’ora in poi, verrà citato; Id., Rinuncia all’azione di restituzione, prima della morte del donante, in Fam. pers. succ, 2012, 85 ss.; Id., Circolazione dei beni: la Cassazione conferma che gli acquisti provenienti da donazioni indirette sono sicuri, nota a Cass., sez. I, 12 maggio 2010, n. 11496, sulla quale sentenza v. infra, p. 8-9; Id., Liberalità indirette. Enunciazione dell’intento liberale quale metodologia operativa, Milano, 2011; A. Torroni, Azione di riduzione ed azione di restituzione: alcune riflessioni intorno al dogma della retroattività (sempre meno) reale dell’azione di riduzione nell’ottica della circolazione dei beni, Relazione svolta all’incontro di studio organizzato dal Comitato interregionale dei Notai del Triveneto a Cortina d’Ampezzo il 23 febbraio 2011, in Riv. not., 2011, 683 ss.; G. Carlini-C. Ungari Trasatti, La tutela degli aventi causa a titolo particolare dai donatari: considerazioni sulla L. n. 80 del 2005, in Riv. not., 2005, 773 ss. Quanto ai secondi, si rinvia a F. Gazzoni, Competitività e dannosità della successione necessaria, in Giust. civ., 2006, 3 ss., nonché nel blog di un giovane ed acuto giurista lucano: davidelaurino.altervista.org.; A. Palazzo, Vicende delle provenienze donative dopo la legge n. 80/2005, in Vita not., 2005, 2, 762 ss. Per la restante, ampia, letteratura in materia, rinvio il lettore alle note successive, nonché alla sezione “bibliografia”. 2 Il Notaio è a un tempo un pubblico ufficiale ed un libero professionista. Dalla sua istituzione è scaturita una felice ‘privatizzazione statale’. Sulle implicazioni che ne sono derivate, v. L. GENGHINI, La forma degli atti notarili, Padova, 2009, 1, nota 1. 3 Per la rassegna di taluni di questi, v. infra Capitolo III. 4 Cfr. G. IACCARINO, Rinuncia all’azione di restituzione, prima della morte del donante: soluzioni operative, cit., 395.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

notaio
azione di riduzione
mutuo consenso
provenienze donative
fideiussione dei legittimari non donatari
fideiussione del donante
risoluzione della donazione per mutuo dissenso
novazione causale
franco angeloni
azione di restituzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi