Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Simpson tra mass media, cultura pop e critica sociale

In questo lavoro mi propongo di affrontare l'argomento Simpson nelle sue diverse sfaccettature e aspetti, i quali sono molteplici. Nel corso della trattazione vengono affrontati nel particolare l'origine della serie televisiva, le sue implicazioni socio-culturali di risonanza mondiale e il ruolo di critica alla società che è onnipresente all'interno della serie attraverso l'uso della satira pungente e della parodia.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il presente lavoro si propone di affrontare l’argomento Simpson con i mezzi e le conoscenze a propria disposizione, nella maniera più semplice e chiara possibile, cercando di esaurire e spiegare attentamente le tematiche e le situazioni che affiorano, nel momento in cui si vuole parlare e discutere di questa serie. I Simpson, creati dalla penna del fumettista Matt Groening, nel lontano 1987, cominciano subito la loro scalata al successo: Homer, Marge, Bart, Lisa e Maggie entrano nel cuore di milioni di persone nel mondo e influenzano profondamente la società contemporanea sotto molteplici aspetti e punti di vista, trasformando e modificando le abitudini degli americani (the American way of life), tanto da essere stati oggetto di diversi studi in prestigiose università e istituti di ricerca, che hanno osservato la serie e l’hanno analizzata in riferimento al contesto e alla società contemporanea. 1 La presente trattazione comincia con un capitolo introduttivo sul cinema d’animazione statunitense; mi soffermerò, in particolare, sulla produzione Disney, partendo dalle origini di quest’azienda, analizzando la sua crescita e il suo sviluppo, dagli anni Trenta fino agli anni Cinquanta del Ventesimo secolo. L’impero creato da Disney viene affrontato in relazione alla case di produzione cinematografiche concorrenti, in particolare facendo un paragone con la Warner Brothers, ricordando gli artisti più importanti, che hanno fatto la storia di un cinema d’animazione innovativo, divertente, sarcastico e fortemente ironico, il quale si contrappone al cinema disneiano, più ingenuo, lirico e fiabesco. Tutto questo per dimostrare che I Simpson, alla fine, derivano da questa realtà, da questa arte, avvicinandosi in particolar modo al cinema appena descritto. Dopo aver parlato della influenza di Disney e delle aziende concorrenti, mi soffermo sulle nuove avanguardie e tecnologie, che hanno contribuito ad innovare questo campo e la sua arte in generale. Mi riferisco, in particolare, ai 1 Steven Keslowitz, The World According to The Simpsons. What Our Favorite TV Family Says About Life, Love and the Pursuit of the Perfect Donut, Naperville, (Illinois), Sourcebooks, Inc., 2006, pp. 4-5.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale

Autore: Francesca Belladonna Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1259 click dal 23/09/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.