Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Impatto dell’ambulatorio infermieristico sul territorio (Nuova modalità di presa in carico?)

Introduzione
L’ambulatorio infermieristico territoriale rappresenta un nuovo modello di organizzazione e gestione dell’assistenza infermieristica in grado di rispondere con competenza alle diverse esigenze della collettività e permette alla professione infermieristica di esprimere le proprie competenze in maniera più autonoma e responsabile.

Obiettivo
Lo scopo della ricerca è conoscere le informazioni che gli operatori sanitari (medici ed infermieri) hanno rispetto agli ambulatori territoriali, le loro opinioni a riguardo e la loro ipotetica disponibilità a lavorare in uno di questi in collaborazione con diverse figure professionali.
Materiali e Metodi
A partire dall’analisi della letteratura sono stati somministrati due questionari anonimi ed autosomministrati, uno agli infermieri ed un altro ai medici, composti rispettivamente da cinque e sei domande, con le quali sono state indagate le diverse opinioni riguardo gli ambulatori territoriali (attività che si potrebbero svolgere, collaborazioni..). Il campione complessivo a cui è stato somministrato il questionario è composto da 96 soggetti, di cui 46 medici e 50 infermieri che operano in diverse strutture sanitarie.

Risultati
Sono stati consegnati 96 questionari e ne sono stati restituiti 96. I risultati mostrano una buona disponibilità da parte di medici ed infermieri a lavorare in collaborazione in ambulatori territoriali con la convinzione da parte della maggioranza che questi potrebbero non solo svolgere innumerevoli attività utili per la popolazione (quali la rimozione dei punti di sutura, il controllo periodico ed il cambio di medicazioni, l’esecuzione di prelievi ematici e microbiologici, la somministrazione di terapie infusionali ed iniettive, interventi educativi, etc.), ma anche contenere la spesa sanitaria riducendo l’accesso dei codici bianchi in un Pronto Soccorso, limitando, così, disagi ed attese da parte degli utenti.

Discussione e Conclusioni
Dai dati rilevati si può notare come l’idea dell’ambulatorio infermieristico territoriale sia vista come un’opportunità per la popolazione e come uno strumento che il Sistema Sanitario Nazionale possiede per offrire al meglio le prestazioni sanitarie, riducendo disagi e spese a favore di qualità di servizio e posti di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 PREMESSA La diffusione degli ambulatori infermieristici rappresenta un nodo strategico del sistema delle cure primarie, perchè consentono il monitoraggio dei fattori di rischio nella popolazione e la gestione dei soggetti con patologie cronico degenerative, oltre a fornire risposte assistenziali adeguate nei confronti di eventi acuti. Inoltre questo setting assistenziale costituisce uno dei luoghi privilegiati per lo sviluppo di un approccio di iniziativa (proattivo), tendente a superare l’attuale modello basato sull’attesa. Gli Ambulatori Infermieristici prevedono la “presa in carico” della persona attraverso la valutazione del bisogno di assistenza, l’uso di metodologie e strumenti di pianificazione per obiettivi e di adeguati strumenti informativi (cartella infermieristica); essi assolvono alla funzione dell’infermieristica in ambito comunitario, in un ottica di multidisciplinarietà.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Paola Zuliani Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15441 click dal 02/10/2013.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.