Skip to content

Il risparmio d'acqua nella residenza: metodologie di analisi e linee guida di progetto

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano Natale
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Architettura
  Corso: Scienze dell'architettura e dell'ingegneria edile
  Relatore: Dora Francese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

Nella progettazione di un edificio o nella sua ristrutturazione, poche sono le volte in cui si da importanza alla risorsa idrica. Il perché di tale superficialità in merito trova risposta nella consueta affermazione : “l’acqua è una risorsa abbondante in natura, quasi illimitata”. Tuttavia , possiamo dimostrare, come al contrario, ciò non sia vero. Apparentemente l’acqua può sembrare una risorsa illimitata , se si tiene conto che più del 70 % del nostro pianeta è ricoperto da acqua . Ma al contrario, la sua disponibilità va via via riducendosi proporzionalmente all’aumento della crescita della popolazione mondiale , e in rapporto ad una cattiva manutenzione , gestione e mal uso di tutti quei dispositivi che ne fanno ricorso.
Il ruolo che l’acqua ha avuto nella storia della costruzione dello spazio urbanizzato e della residenza, è sempre stato di primo ordine, con un alto valore simbolico nella storia dell’ambiente costruito dall’uomo, ciò e dovuto dalla sua insostituibile funzione vitale.
La storia dell’urbanizzazione del territorio ha comportato fin dalle sue origini una organizzazione in una fondamentale bipolarità rappresentata dalla contrapposizione fra spazio dell’urbano e spazio del non urbano o della campagna.
In questa contrapposizione l’acqua ha costituito un elemento organizzatore delle scelte insediative e produttive, oltre che della specificità formale dello spazio, sia di quello residenziale e sia quello urbano.
La presenza dell’acqua all’interno dell’abitazione e stata per secoli appannaggio di pochissimi ceti privilegiati, e quindi, per contrapposizione, la maggior parte dello spazio urbano è stato organizzato in relazione ai pochi punti di adduzione o di sorgente, spesso coincidenti con luoghi speciali dello spazio urbano stesso. In questa contrapposizione il ruolo dell’acqua prima all’interno delle abitazioni urbane più sontuose poi anche all’interno di quelle extraurbane dello stesso livello, ha costituito l’occasione per grandi racconti spaziali ed architettonici.
E’ bene ricordare che la sua importanza nel campo della progettazione risale a secoli fa, quando nell’insediamento di nuovi nuclei urbani si preferivano aree poste in prossimità di sorgenti e fonti d’acqua continue; per fare un esempio , basta pensare alla maggior parte delle città italiane (come Roma, Firenze, Bologna, Torino, Palermo, Napoli). E senza dubbio , l’esperienza storica continua ancora oggi ad affermare quanto sia sempre stato importante per la sopravvivenza del singolo individuo e della comunità l’approvvigionamento idrico e lo sfruttamento della risorsa per tutte le principali attività e non solo dell’uomo; anche quando poi , con le innovazioni tecnologiche e industriali ,non è stato più necessario costruire vicino alle fonti d’acqua grazie alla realizzazione di acquedotti ed altri sistemi di approvvigionamento ancora oggi utilizzati.
“...questa sostanza è un elemento abbondante in natura e straordinario: niente la distrugge, “ruota” sempre; sta per aria e per terra, si ghiaccia, si scioglie, si autodepura”.
In parte può sembrare totalmente veritiera e realistica questa visione, ma ciò che sfugge all’uomo e che invece è di notevole importanza , è che tale risorsa, che è veramente alla portata di tutti, sia per qualità che per accessibilità, sembra ridursi sempre di più. E sia l’incremento della popolazione che l’aumento degli sprechi ed ecc. contribuiscono a tale diminuzione arrivando spesso ad una situazione di criticità ,ad una sempre più assenza di una risorsa così tanto preziosa.
L’obbiettivo della tesi di laurea è di impostare una metodologia standardizzata per esaminare l’edificio sotto vari aspetti (Caratteri) e analizzare tutte le caratteristiche (Fattori) dell’edificio e dell’alloggio che comportano un uso scorretto e uno spreco della risorsa idrica, e su tali fattori proporre una lista di interventi e linee di progetto per ridurre gli sprechi e per un approccio ecosostenibile alla risorsa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nella progettazione di un edificio o nella sua ristrutturazione, poche sano le volte in cui si da importanza alla risorsa idrica. II perché di tale superficial ita in merito trova risposta nella consueta affermazione : "I'acqua El una risorsa abbondante in natura, quasi illimitata". Tuttavia , possiamo dimostrare, come al contrario, ció non sia vero. Apparentemente I'acqua puó sembrare una risorsa illimitata , se si tiene canto che piu del 70 % del nostro pianeta El ricoperto da acqua . Ma al contrario, la sua disponibilita va via via riducendosi proporzionalmente all'aumento della crescita della popolazione mondiale , e in rapporto ad una cattiva manutenzione , gestione e mal uso di tutti quei dispositivi che ne fanno ricorso. II ruolo che I'acqua ha avuto nella storia della costruzione dello spazio urbanizzato e della residenza, El sempre stato di primo ordine, con un alto valore simbolico nella storia dell'ambiente costruito dall'uomo, ció e dovuto dalla sua insostituibile funzione vitale. La storia dell'urbanizzazione del territorio ha comportato fin dalle sue origini una organizzazione in una fondamentale bipolarita rappresentata dalla contrapposizione fra spazio dell'urbano e spazio del non urbano o della campagna. In questa contrapposizione I'acqua ha costituito un elemento organizzatore delle scelte insediative e produttive, oltre che della specificita formale dello spazio, sia di quello residenziale e sia quello urbano. La presenza dell'acqua all'interno dell'abitazione e stata per secoli appannaggio di pochissimi ceti privilegiati, e quindi, per contrapposizione, la maggior parte dello spazio urbano El stato organizzato in relazione ai pochi punti di adduzione o di sorgente, spesso coincidenti con luoghi speciali dello spazio urbano stesso. In questa contrapposizione il ruolo dell'acqua prima all'interno delle abitazioni urbane piu sontuose poi anche all'interno di quelle extraurbane dello stesso livello, ha costituito I'occasione per grandi racconti spaziali ed architettonici. E' bene ricordare che la sua importanza nel campo della progettazione risale a secoli fa, quando nell'insediamento di nuovi nuclei urbani si preferivano aree poste in prossimita di sorgenti e fonti d'acqua continue; per fare un esempio , basta pensare alla maggior parte delle citta italiane (come Roma, Firenze, Bologna, Torino, Palermo, Napoli). E senza dubbio , I'esperienza storica continua ancora oggi ad affermare quanto sia sempre stato 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi