Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rivoluzione del linguaggio nel teatro black British: Stoning Mary di debbie tucker green

L’attenzione della critica per il teatro black British è cresciuta negli ultimi decenni, dopo che un numero sempre più cospicuo di suoi testi è stato rappresentato. Ancora oggi manca tuttavia una indagine ampia e storicamente contestualizzata del teatro black British, nonostante la sua presenza significativa nel panorama culturale già a partire dagli anni ‘50.
Tra le drammaturghe black British affermatesi in Gran Bretagna a partire dagli ultimi decenni del XX secolo spicca debbie tucker green, di origini afro-caraibiche. Questa autrice irrompe nella scena teatrale inglese nella primavera del 2003 con due opere, Born Bad e Dirty Butterfly, entrambe rappresentate al “Soho Theatre” di Londra con grande plauso della critica. Il teatro di tucker green offre la prospettiva di una donna nera del XXI secolo che abita spazi multiculturali: in esso la drammaturga affronta questioni complesse come quella della razza e pone urgenti domande sulla violenza che caratterizza la società contemporanea e che si manifesta soprattutto nei contesti familiari.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa L’attenzione della critica per il teatro black British è cresciuta negli ultimi decenni, dopo che un numero sempre più cospicuo di suoi testi è stato rappresentato. Ancora oggi manca tuttavia una indagine ampia e storicamente contestualizzata del teatro black British, nonostante la sua presenza significativa nel panorama culturale già a partire dagli anni ‘50. Tra le drammaturghe black British affermatesi in Gran Bretagna a partire dagli ultimi decenni del XX secolo spicca debbie tucker green, di origini afro-caraibiche. Questa autrice irrompe nella scena teatrale inglese nella primavera del 2003 con due opere, Born Bad e Dirty Butterfly, entrambe rappresentate al ‚Soho Theatre‛ di Londra con grande plauso della critica. Il teatro di tucker green offre la prospettiva di una donna nera del XXI secolo che abita spazi multiculturali: in esso la drammaturga affronta questioni complesse come quella della razza e pone urgenti domande sulla violenza che caratterizza la società contemporanea e che si manifesta soprattutto nei contesti familiari. Ho scelto di trattare l’opera di debbie tucker green per il profondo interesse che essa ha suscitato in me trattandosi di un teatro violento e appassionato, caratterizzato però nel contempo da una delicata leggerezza per l’intensa poeticità del suo linguaggio. In un’epoca come quella contemporanea, crudele e nichilista, il teatro di tucker green trasmette la disperazione dell’uomo contemporaneo che, sottratto alla vita solidale della comunità, si percepisce solo in un mondo individualista. Eppure l’atmosfera sospesa, poetica di questo

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Sara Viscione Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 492 click dal 02/10/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.