Skip to content

La comunicazione integrata: il caso BGS D'Arcy - Infostrada

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Adriano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Cesare Annibaldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 205

Da dove si origina allora lo scostamento fra l’elogio delle logiche integrate e la più modesta valutazione delle loro applicazioni?
Riteniamo che una delle fonti principali del divario sia rappresentata dai problemi di misurazione. Laddove si è sostenuto che le aree elementari, adeguatamente e dinamicamente integrate, generano un valore superiore, tale valore deve poter essere misurato. Un concetto basilare della teoria del valore è la sua misurabilità, ma proprio in quest’ambito (com’è già parzialmente emerso nel corso della trattazione) si registrano i principali problemi, riconducibili a tre ordini di difficoltà.
Numerosi strumenti di misurazione del valore sono stati affinati soprattutto all’interno della comunicazione di marketing, benché siano stati finalizzati a suggerire criteri di stima degli investimenti, e non (come sarebbe auspicabile) criteri di decisione. Questa indubbia ma incolpevole carenza conduce le aziende ad utilizzare metodi discrezionali ed opinabili (come il metodo dell’importo disponibile) su di una funzione strategica come la comunicazione. Una prima timida risposta migliorativa è data dal processo di integrazione per obbiettivi, anche se non è ancora in grado di porre soluzione, da solo, al problema sollevato.
Un’ulteriore limitazione agli strumenti di misurazione esistenti riguarda il loro orientamento ai mezzi di comunicazione, piuttosto che alle aree e, per aggregazione, alla comunicazione globalmente ed integralmente intesa. Quest’impostazione, in parte frutto di un esasperato funzionalismo di origine nordamericana, si oppone alla completa traduzione del paradigma nella misura in cui impedisce una corretta tematizzazione dei bisogni e degli obbiettivi, ostacolando così la ricerca operativa delle sinergie (fonte e vettore del valore superiore).
Infine è possibile evidenziare delle difficoltà di misurazione legate a certe tipologie di valore creato. Se, ad esempio, il valore di marca dispone di una misurabilità (ancorché opinabile) più agevole e meno soggettiva, il valore delle relazioni esterne o quello della cultura aziendale sono di per sé stessi più complessi, in quanto di più difficile definizione e misurazione.
Tuttavia riteniamo che, quelli che restano a tutti gli effetti dei problemi aperti, non possano rappresentare dei vuoti incolmabili, bensì degli stimoli a proseguire la ricerca dell’integrazione. Una mentalità che non valorizza ciò che è difficilmente misurabile è foriera solamente di interpretazioni ridotte e limitanti. Per comprendere una realtà infatti non è necessario misurarla. La futura attività di ricerca, pur su un territorio quanto mai ampio e dissestato, aiuterà forse a trasformare la comunicazione integrata in una realtà pienamente operativa, e ad abbandonare una concezione “chimerico -utopica” che a tutt’oggi accompagna il paradigma.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO PRIMO LE LOGICHE DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA Nella letteratura sulla comunicazione aziendale come nella realtà operativa delle aziende, il tema della comunicazione integrata ha focalizzato su di sé interessi crescenti negli ultimi anni. Per citare una delle molte definizioni possibili, la comunicazione aziendale risulta integrata quando «…l’estrema articolazione degli strumenti utilizzati per comunicare e l’interconnessione degli effetti della comunicazione sui vari pubblici rendono necessaria una visione unitaria e complessiva della comunicazione; una visione, per l’appunto, integrata» (Fiocca R., 1994). Già da quanto sopra citato, risulta chiaro che analizzare fenomeni concettualmente così articolati e radicali come quello della comunicazione integrata non è semplice. L’impresa moderna, intesa come «sistema sociale aperto» (AA.VV., 1996) è radicata in un macro sistema le cui variabili sono numerosissime (basti solo pensare alla molteplicità degli ambienti di riferimento: ambiente sociale, culturale, economico, tecnologico, politico, legislativo…) e le cui relazioni costituiscono un intreccio sempre più intricato. Eppure proprio la complessità del sistema, legata ad una costante dinamicità ambientale, ha portato le imprese stesse a riconsiderare il loro modo di comunicare. La comunicazione integrata, infatti, non può essere considerata una moda passeggera del settore, quanto piuttosto una profonda innovazione nella filosofia di gestione della comunicazione d’impresa. Nella realtà odierna le aziende non possono più permettersi di essere (o di essere solo) un “insieme di macchine”, ma devono considerarsi un “insieme

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi