Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Energie Rinnovabili per un futuro sostenibile: i problemi di Governance

Tra i molteplici problemi che affliggono il nostro pianeta, assume un peso rilevante la lotta al cambiamento climatico. L'aumento delle temperature, lo scioglimento dei ghiacciai, la maggiore frequenza degli episodi di siccità, alluvioni e trombe d'aria sono l'espressione di un cambiamento climatico in atto.
L'Unione Europea è impegnata su questo fronte al fine di conseguire obiettivi di politica energetica basati sulla riduzione dei gas serra entro il 2020, razionalizzazione dei consumi di energia mediante l'efficienza energetica, ricorso alle fonti rinnovabili di energia facendo delle stesse una alternativa concreta ed accessibile.
Un'altra sfida che il Paese si trova ad affrontare è caratterizzata dal progressivo esaurirsi delle fonti fossili, con conseguente rischio di approvvigionamento, e dalla crescita e volatilità dei prezzi dell'energia.
Il sistema energetico mondiale continua ad essere fondato sui combustibili fossili e, in particolare, sul petrolio. Ad esempio, un settore vitale come quello dei trasporti dipende in buona parte dal petrolio, che è la fonte energetica più esposta alle perturbazioni di mercato, essendo le sue riserve concentrate in aree geopolitiche instabili e in Paesi non democratici.
La vulnerabilità delle nostre economie, oltre alle preoccupazioni ambientali o ai timori dell'esaurimento, rende urgente avviare da subito una decisa politica di affrancamento dai combustibili fossili.
Lo scenario descritto ostacola quello che è lo sviluppo sostenibile. Lo sviluppo è tale se risponde alle esigenze del presente senza compromettere le generazioni future di soddisfare le proprie.
A tal proposito, la sostenibilità ambientale non deve essere vista dalle aziende come un costo aggiuntivo da sopportare, ma come un driver fondamentale, oltre che per motivi di convenienza economica, anche e soprattutto per motivi morali ed etici.
Il lavoro che presento, frutto di un personale interesse verso i temi di sostenibilità ambientale, nasce dalla curiosità di verificare il reale apporto delle fonti rinnovabili di energia alle criticità sopra richiamate.
In particolare mi soffermo, nel primo capitolo, sulla definizione di fonti rinnovabili e non rinnovabili di energia e relative tecnologie.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I ENERGIA E AMBIENTE Le fonti energetiche rinnovabili e le relative tecnologie La parola Energia deriva dal latino ENERGĪA, che deriva a sua volta dal greco ENERGHEIA, usata da Aristotele nel senso di azione efficace, composta da en, particella intensiva, ed ergon che significa capacità di agire. Solo nel 1619 Keplero usò il termine nell’accezione moderna di energia fisica. Il problema dell'energia 1 è oggi una delle principali sfide per l'Europa. La sua sicurezza e la sua competitività sono messe a rischio dall'aumento dei prezzi dell'energia primaria e dalla sua dipendenza dalle importazioni. L’energia 2 è la capacità di un sistema a compiere un lavoro e si può presentare in forme diverse: o Meccanica o Termica o Chimica o Elastica 1 www.europa.eu.it 2 www.acoage.com

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Paola Arvonio Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8662 click dal 18/10/2013.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.