Skip to content

Analisi delle aberrazioni indotte da variazioni di indice di rifrazione

Informazioni tesi

  Autore: Federici Federico
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Fisica
  Relatore: Mauro Robello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 143

Studio delle problematiche connesse all'imaging in microscopia confocale in presenza di aberrazioni introdotte da variazioni dell'indice di rifrazione. Caratterizzazione del microscopio attraverso misure morfometriche e di risoluzione (PSF)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione La microscopia ottica si pone da sempre come una tecnica di largo utilizzo nella ricerca in ambito biofisico, data la versatilità con cui permette lo studio dei campioni nelle loro condizioni fisiologiche. L’analisi dei sistemi biologici, la cui struttura è intrinsecamente tridimensionale, richiede strumenti in grado di compiere un’accurata indagine della loro distribuzione spaziale. Questo risulta il più delle volte essenziale visto il complesso e delicato legame tra struttura e funzione; tale esigenza non trova, di fatto, completo riscontro nelle possibilità della microscopia convenzionale. I notevoli miglioramenti tecnologici di cui hanno usufruito negli ultimi anni alcune tecniche di microscopia ottica, e in particolare quelle in fluorescenza, hanno portato alla possibilità di analisi 3D di sistemi cellulari e subcellulari mediante la tecnica del sezionamento ottico realizzato in modo particolarmente efficace nella Microscopia Confocale a Scansione Laser (CLSM, Confocal Laser Scanning Microscopy). Un comune microscopio ottico non è di per sé predisposto per uno studio accurato di oggetti tridimensionali, in quanto esso fornisce generalmente una immagine bidimensionale, che consiste nella sovrapposizione di regioni del campione a fuoco e fuori fuoco. Il principio su cui si basa la microscopia confocale consiste, viceversa, nell’illuminazione selettiva, ‘punto per punto’ e nell’acquisizione (in riflessione o fluorescenza) della sola luce proveniente dalla zona illuminato. Attraverso una scansione del campione lungo l’asse ottico (sezionamento ottico) è poi possibile ricostruire al calcolatore l’intera struttura tridimensionale, così come essa appare in condizioni fisiologiche. Le problematiche affrontate nell’ambito di questo lavoro di tesi sono prevalentemente legate allo studio degli effetti che la variazione dell’indice di rifrazione del mezzo d’immersione del campione rispetto a quello d’immersione dell’obbiettivo produce sui procedimenti di imaging condotti attraverso un’architettura confocale. L’importanza di un’analisi sperimentale di questo tipo risiede soprattutto nella difficoltà di approntare un modello teorico che renda agevolmente conto di tale fenomeno nel campo della microscopia ottica a fluorescenza ad uno o più fotoni. Si vuole cercare di fornire un quadro organico dei diversi risvolti che questa problematica ha sulle prestazioni del sistema come formatore di immagini tridimensionali, sia descrivendone il progressivo deteriorarsi in termini di risposta all’impulso (PSF, point spread function), sia attraverso l’indagine morfometrica di campioni fluorescenti opportunamente scelti. Ciò permetterà, da un lato di giungere ad una stima del potere risolutivo dello strumento nelle effettive condizioni sperimentali, dall’altro di disporre dell’andamento sperimentale della PSF, utile ai fini di implementare eventuali algoritmi di deconvoluzione. Ogni particolare assetto operativo del sistema verrà inizialmente indagato impiegando oggetti di forma e dimensioni note, attraverso i quali valutare gli effetti introdotti dalle diverse aberrazioni presenti. I risultati così ottenuti verranno, in un secondo tempo, confrontati con quelli ottenuti, in identiche condizioni, dall’analisi di un preparato biologico ed utilizzati per trarre da esso informazioni di tipo essenzialmente morfometrico. Si proveranno altresì a suggerire, nei casi esaminati, alcuni pratici accorgimenti attraverso i quali minimizzare gli effetti del mismatch o, dove ciò non sia possibile per la particolare natura del campione, attraverso i quali tenere conto dei necessari fattori correttivi per un’accurata analisi quantitativa di distanze, superfici, volumi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

deconvoluzione
fluorescenza
indice di rifrazione
lsi
point spread function
psf
imaging
microscopia confocale
microscopia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi