Skip to content

Tossicodipendenza e sanzioni: l'affidamento in prova al servizio sociale a fini terapeutici

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Lanzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Mario Trapani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 238

La tesi tratta dell'affidamento in prova al servizio sociale, quale misura alternativa alla detenzione per i tossicodipendenti/alcooldipendenti condannati ad una pena detentiva nel limite di quattro anni (anche come residuo di pena da scontare) che abbiano in corso o che intendano sottoporsi ad un programma di recupero. Il primo aspetto che si prende in esame è la capacità di intendere e di volere nonché le misure di sicurezza cui potrebbe essere sottoposto il soggetto assuntore di sostanze stupefacenti o alcooliche. Si analizza poi l'imputabilità del tossicodipendente/alcooldipendente nella legislazione italiana e in quella europea. La terza problematica che viene analizzata è quella inerente i vari trattamenti penali del tossicodipendente diversi dall'affidamento in prova al servizio sociale. Lo studio si conclude con una ricerca sui risultati dell'affidamento in prova nella realtà modenese.
I risultati ai quali si arriva al termine della dissertazione rafforzano la convinzione che il carcere non sia la soluzione migliore per il soggetto tossicodipendente, anche se si deve ammettere che l'esperienza detentiva sarà una costante per i tossicodipendenti con problemi penali visto che continuano a fornire circa un terzo dei soggetti arrestati. Si tratta di una conclusione amara che, purtroppo, rispecchia fedelmente la realtà attuale. E' vero, anche il tossicodipendente che delinque deve sottostare alla responsabilità penale delle proprie azioni, ciò che ho cercato di contestare è l'effettiva utilità che sembra volersi attribuire al carcere, perlomeno a questo carcere, come risolutore di un problema che non può essere limitato al solo campo penale. Quello che ho tenuto a ribadire con forza nella tesi è che le misure alternative alla detenzione non corrispondono ad una elusione della condanna come sembra percepirsi dalla ''querelle'' cui si assiste giornalmente sui mass media, ma conservano un carattere di afflittività e di limitazione della libertà che si concretizza mediante delle prescrizioni ed un trattamento individualizzato cui il singolo aderisce consapevolmente. Tutto ciò però non sembra soddisfare il bisogno di sicurezza di coloro i quali ritengono che la causa dell'incremento della micro criminalità sia proprio dovuta al fallimento di tutte le misure alternative alla detenzione e auspicano la c.d. certezza della pena.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Preparare una tesi di laurea è un lavoro al quale lo studente si avvicina con molto timore perché, al di là di tutto ciò che si può dire di senso contrario, di fatto, nel suo percorso universitario egli è abbandonato a se stesso e si trova a dover ottemperare a questo obbligo senza che nessuno gli abbia mai detto, ad esempio, come si cerca un libro in biblioteca. L’unica possibilità che rimane al laureando è quella di avere la “fortuna” di trovare il professore giusto, attento agli interessi del candidato, che non gli imponga l’argomento sul quale lavorare, ma lo stimoli a dedicarsi alla materia che riscontra i suoi interessi e che lo segua o che lo faccia seguire da ricercatori preparati e di sua fiducia. E’ quello che è capitato all’autore del presente lavoro, il quale non si discosta dalla suddetta tipologia dello studente, ma che fin dal momento della sua iscrizione al corso di laurea aveva chiaro che la tesi l’avrebbe voluta preparare in diritto penale e specificamente sull’affidamento in prova al servizio sociale a fini terapeutici. La sua fortuna è stata quella di avere trovato un relatore, il prof. Mario Trapani, che gli ha lasciato carta bianca per quanto riguarda l’argomento della dissertazione, e una assistente, la dott.ssa Daniela Goldoni, i cui “suggerimenti” si sono rivelati di grande importanza: a loro va un ringraziamento particolare. La motivazione di base per cui si è deciso di prestare attenzione particolare ad un simile argomento è da ricercarsi nel fatto che lo studente che oggi discute in maniera critica la materia in oggetto, ha vissuto il problema della tossicodipendenza sulla propria pelle, problema risolto anche grazie alla misura alternativa alla detenzione de quo. Al di là delle motivazioni strettamente personali, una ulteriore opzione in favore dell’argomento che qui rileva è data dal vedere come nella realtà modenese la maggioranza dei detenuti definitivi tossicodipendenti sia ristretta in carcere quando, per volontà della legge, dovrebbe essere in regime di affidamento in prova a fini terapeutici o in sospensione dell’esecuzione della pena.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affidamento in prova
capacità di intendere e di volere
colpevolezza
comunità terapeutiche
droga
imputabilità
misure alternative
misure di sicurezza
sanzioni
tossicodipendenza
diritto penale
alcolismo
programmi di recupero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi