Skip to content

Il piano di salvataggio della repubblica d'Irlanda dalla crisi economica: il piano di riforma 2011-2014

Informazioni tesi

  Autore: Samuele Scompariin
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Andrea Pin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 207

L’obiettivo che si vuole perseguire con questa tesi è essenzialmente quello di analizzare le cause e gli eventi che hanno portato la Repubblica d’Irlanda a cadere nel vortice disastroso della crisi economica internazionale e, in secondo luogo osservare come, con quali impianti normativi e scelte politiche, essa stia cercando di uscirne.
Si darà, nelle pagine che seguono, preliminarmente, un quadro generale del back ground storico dell’isola, a partire dal tempo dell’indipendenza dal Regno Unito. Tale prospettiva è, infatti, di grande importanza, onde ben cogliere il substrato storico e sociale degli ambiti economici, i quali maggiormente hanno caratterizzato l’economica irlandese. Tali settori infatti, hanno nel tempo assunto connotati, a tal punto caratteristici, da far assegnare l’appellativo di “Tigre celtica” alla Repubblica d’Irlanda. Gli stessi ambiti economici che hanno, nel passato, dato grande ricchezza al Paese, sono stati inevitabilmente, anche quelli che più di altri, hanno risentito delle conseguenze negative della crisi.
Avendo quindi chiaro il terreno sul quale ha operato la crisi economica e in quali settori questa ha vessato l’Irlanda, si passerà ad osservare come, l’Unione Europea, in un continuo dialogo con la Repubblica irlandese, abbia cercato di salvare quest’ultima dal rischio di un default: si guarderà, infatti, ai rapporti che sono intercorsi tra Irlanda e Unione europea, e ai provvedimenti, tendenti a contrastare la crisi, che i rispettivi governi hanno emanato nel corso degli anni. L’Irlanda, infatti, a partire dal 2010, ha chiesto l’ausilio del Fondo Salva Stati, onde sfuggire dal tracollo economico e finanziario verso il quale era destinata.
Importante parte della tesi che segue, riguarderà l’analisi del National Recovery Plan: ovvero il piano di risanamento che il Governo di Dublino ha adottato nel 2010. Con questo piano, l’Irlanda ha voluto rispondere, alla accettazione della richiesta di aiuto che la stessa a rivolto all’Unione Europea: è stata quindi adottata, con scadenza quadriennale, una ferrea legislazione atta a risollevare le sorti economiche e finanziarie del Paese, per traghettarlo quindi verso una crescita economica stabile e durevole.
Si osserverà, poi, ove il Nationa Recovery Plan abbia maggiormente influito, e quali ambiti economici, fiscali e giuridici abbia, in maniera più rilevante, toccato. Particolare attenzione si darà alla questione della riforma dell’ambito fiscale, e delle istituzioni bancarie.
Dopo aver esposto quanto detto, si passerà ad un’analisi circa l’effettività delle riforme riportate all’interno dell’economia irlandese. Particolarmente interessante sarà riscontrare i numerosi punti di novità, delle stesse riforme, previste nel National Recovery Plan, rispetto a quelle disposte dagli altri stati europei beneficiari degli aiuti economici dell’Unione Europea, quali Grecia e Portogallo.
L’Irlanda, si vedrà, grazie all’adozione del paino di risanamento, dopo anni di sperpero e mala legislazione economica, si è posta sotto uno stretto regime di austerity. Di tale parsimoniosi interventi, ne saranno osservate le principali caratteristiche: i benefici ottenuto dall’economia nazionale, da un lato e, dall’altro i settori che ne hanno risentito, con un accenno alla situazione di disagio riscontrata dalla popolazione.
In fine, bisogna dire che si è scelto di trattare questi argomenti, oltre che per un gusto del tutto personale, soprattutto per l’attualità della situazione economica della Repubblica irlandese: alla fine di quest’anno infatti, scadrà il quadriennio che, il Governo di Dublino, ha imposto per l’attuazione del National Recovery Plan. Ora, quindi, gli irlandesi e l’intera Unione Europea, sono chiamati a tirare le somme e misurare i guadagni di questo periodo di riforme.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 Capitolo 1 L’antefatto storico. 1 La situazione della Repubblica d’Irlanda e il rischio di default. 1.1 La “Tigre celtica”: il quadro giuridico-economico generale dall’indipendenza ai giorni nostri. “Uomini e donne d’Irlanda, in nome di Dio e delle generazioni passate dalle quali avete ereditato le vecchie tradizioni passate, l’Irlanda tramite noi, chiama i suoi figli a raccogliersi intorno al suo stendardo e a lottare per la sua liberazione. Noi sosteniamo il diritto del popolo d’Irlanda alla proprietà dell’Irlanda e al

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia
irlanda
diritto comparato
diritto internazionale
eire
crisi economica
national recovery plan
riforma economica irlandese
diritto irlandese
economia irlanda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi