Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riforma ferroviaria in Italia ed effetti sul mercato

Con questo lavoro intendo descrivere le riforme delle ferrovie avvenute in Europa e in Italia e gli effetti che esse hanno avuto sul mercato comunitario e nazionale, concentrandomi in particolar modo sul settore dell’alta velocità.
Data l'importanza non solo socio-economica ma anche sotto l'aspetto della sostenibilità ambientale del settore ferroviario e la costante fase di declino registratasi in seguito all'affermarsi di altri mezzi di trasporto, l'Unione Europea a partire dai primi anni novanta ha avviato un riassetto normativo volto alla liberalizzazione dei mercati ferroviari nazionali e alla creazione di un unico mercato europeo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Con questo lavoro intendo descrivere le riforme delle ferrovie avvenute in Europa e in Italia e gli effetti che esse hanno avuto sul mercato comunitario e nazionale, concentrandomi in particolar modo sul settore dell’alta velocità. Data l'importanza non solo socio-economica ma anche sotto l'aspetto della sostenibilità ambientale del settore ferroviario e la costante fase di declino registratasi in seguito all'affermarsi di altri mezzi di trasporto, l'Unione Europea a partire dai primi anni novanta ha avviato un riassetto normativo volto alla liberalizzazione dei mercati ferroviari nazionali e alla creazione di un unico mercato europeo. Per capire l'importanza del settore dei trasporti in Europa è necessario ricordare che fornisce occupazione a circa 10 milioni di addetti con un giro d'affari pari al 10% del PIL europeo. La rete ferroviaria europea attualmente ha una lunghezza totale di circa 212 000 km, di cui 6 600 ad alta velocità in continua espansione. I sussidi statali al sistema ferroviario sono secondi solo alle spese per politica agricola. Il sistema ferroviario visto nel suo complesso è un tipo di mercato in cui si ha la presenza di economie di scopo; nella maggior parte dei casi è un monopolio naturale e presenta barriere tecniche e legali all'ingresso. In questo contesto,a partire dagli anni sessanta fino a fine secolo si è registrata una lenta e costante crisi di questo settore in 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessio Adrasto Contatta »

Composta da 34 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 429 click dal 06/11/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.