Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I danni ai terzi sulla superficie cagionati dagli aeromobili di Stato

L’interesse per il tema dei danni ai terzi sulla superficie provocati dagli aeromobili di Stato deriva dal fatto che prima della recente novella di codice della navigazione la predetta fattispecie era regolata dal diritto comune.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 Cenni introduttivi alla disciplina dell’urto fra aeromobili di Stato nel diritto vigente. L’interesse per il tema dei danni ai terzi sulla superficie provocati dagli aeromobili di Stato deriva dal fatto che prima della recente novella di codice della navigazione la predetta fattispecie era regolata dal diritto comune (artt. 2043 e ss. c.c.). Al contrario se i predetti danni erano cagionati da aeromobili civili l’obbligazione risarcitoria era disciplinata dalle regole del diritto della navigazione. Tale differenziazione provocava non pochi danni a causa del fatto che, per quelli cagionati dagli aeromobili di Stato, il regime della responsabilità era essenzialmente basato sul principio di colpevolezza ed era privo di limiti di responsabilità. Al contrario per i danni ai terzi sulla superficie provocati da aeromobili civili il sistema era basato su criteri di imputazione oggettiva della responsabilità connessi a massimali per il risarcimento. Coerentemente con il carattere di pericolosità dell'attività degli aeromobili dello Stato, oggi il responsabile dei danni deve provvedere a coprire i rischi derivanti dall'attività, stipulando adeguate polizze assicurative, secondo criteri lasciati alla determinazione amministrativa dell’ente dello Stato, di concerto con il Ministro del tesoro, per le idonee garanzie finanziarie. L'assicurazione rappresenta il mezzo finanziario piø equo a far fronte agli obblighi risarcitori nei confronti dei terzi. L'onere finanziario della copertura

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giacomo Rispettoso Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 919 click dal 14/11/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.