Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione Aziendale e congruità Prezzo/Valore. Il caso UniCredit

L'Obiettivo del Progetto di Tesi è quello di individuare i vari metodi di valutazione aziendale che vengono attuati dai maggiori esperti.
La valutazione aziendale rappresenta un momento caratterizzato da vari modelli e metodi complessi, applicabili in base alla società presa in esame.
I vari metodi analizzati sono il Metodo Patrimoniale che analizza in maniera oggettiva il Patrimonio Netto Rettificato, presenta il gran difetto che è un modello stazionario e non adatto per valutare società che generano flussi di cassa bensì rappresenta un buon metodo di valutazione per aziende immobiliari ad esempio che non creano ricchezza e quindi redditività.
Il Metodo Reddituale che, viceversa del Metodo Patrimoniale, analizza la società in base alla ricchezza e redditività che creerà e/o che ha creato, presenta però il difetto della grande incertezza e nella soggettività.
Il Metodo Misto che racchiude in un unico modello i pregi ed i difetti dei due metodi appena enunciati.
Il Metodo dei Multipli rappresenta un modello in cui è possibile valutare una società mediante multipli, dati di bilancio, ed è possibile comparare la società da valutare con altre aziende coerenti in termini di settore e dimensione. Rappresenta, comunque, un metodo da utilizzare come strumento aggiuntivo e non come unico modello per poter valutare un'azienda.
Il Metodo Finanziario DCF, è il modello più attendibile da applicare rispetto ai precedenti in quanto valuta l'azienda in maniera rigorosa ed abbastanza precisa in tutto il suo complesso partendo dalla situazione patrimoniale finendo alla situazione economico-reddituale. Il difetto è rappresentato nell'incertezza del calcolo del valore finale della società in cui è indispensabile l'utilizzo di misure quantitative macroeconomiche.
Per quanto riguarda la valutazione azionaria, invece, la situazione è ancora più complessa in termini di valore in quanto non esiste alcun metodo e modello che possa generare un risultato finale chiamandolo "valore".
Esistono vari metodi ed in questo lavoro di tesi ne sono stati esplicati alcuni ma nessuno di questi porta ad avere un risultato scientifico certo al 100%, ma tutti generano dei valori in cui è possibile introdurre il sottostante in un range di prezzo, in cui è accettabile pensare di studiare un sottostante in cui il prezzo si trova in un range coerente al "valore teorico".
Un prezzo completamente differente scambiato potrebbe rappresentare una bolla speculativa o, nel caso contrario, una sottovalutazione, ma il tutto dipende da una accurata analisi utilizzando più strumenti a disposizione.
Bilancio, studio statistico (analisi tecnica), studio delle variabili macroeconomiche, situazione politica e sociale, studio del settore etc.
L'ultimo capitolo è stato dedicato alla valutazione aziendale dell'UniCredit ed è stato utilizzato il metodo DCF soffermandosi, ovviamente, in particolar modo sull'analisi del bilancio, sul calcolo delle variabili macroeconomiche e sulla situazione finanziaria della banca.
I vari calcoli attuati hanno prodotto un Valore Finale della Banca prossimo al valore teorico di quest'ultima, secondo i maggiori Istituzionali.
Per la valutazione azionaria dell'UniCredit, invece, sono stati applicati vari metodi ottenendo come risultato un valor medio quasi identico al valor medio stimato dai maggiori analisti finanziari, e dai maggiori Istituzionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione L’Obiettivo del Progetto di Tesi è quello di individuare i vari metodi di valutazione aziendale che vengono attuati dai maggiori esperti, analisti finanziari, imprenditori, investitori privati, istituzionali, operatori di borsa e di studiare un caso aziendale, quotata in borsa, analizzando il bilancio societario dando le proprie considerazioni in base ai valori quantitativi analizzati esprimendo un range di prezzo di azione comparandolo al range di prezzo lasciato dagli analisti finanziari e dando un valore finale di azienda , verificando la congruità Prezzo/Valore. La valutazione aziendale prevede metodi complessi di cui non sempre quantificabili a livello analitico posto che esistono fattori difficile da quantificare come fattori interni ad esempio sinergie, efficienza dei dipendenti, o posizione geografica dell’attività o fattori esterni ad esempio situazioni socio-politiche e quanto altro ancora. La difficoltà nel valutare una società sta anche sulla bontà dei dati forniti non sempre veritieri, come abbiamo potuto assistere in particolar modo negli ultimi anni (ma da sempre verificati) scandali di natura finanziaria di società importanti nello scenario Nazionale ed Internazionale quotate e non quotate. Un ulteriore difficoltà nel dare un prezzo congruo sta sulla soggettività ed oggettività dei modelli applicati i quali non sempre danno un risultato indiscutibile, per via dei vari pregi e difetti che ogni metodo presenta. Ci si concentrerà, in particolar modo, nel valutare UniCredit da un punto di vista quantitativo analizzando la società ed il prezzo ad azione prendendo in considerazione i metodi di valutazione che verranno spiegati nella prima parte del lavoro ossia il Metodo di Valutazione Patrimoniale (tradizionale e complesso), il Metodo Reddituale, il Metodo Misto, Il metodo di natura finanziaria pertanto il Metodo Finanziario, la metodologia di mercato quindi il Metodo dei Multipli ed infine i vari metodi per la quantificazione di valore delle azioni. Per comprendere il valore della società in esame occorre studiare ed approfondire l’analisi storica della società analizzando il bilancio, i risultati passati, gli obiettivi prefissati e raggiunti, i piani di investimento, ed i vari indici. Inevitabile la

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca La Pietra Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4202 click dal 12/11/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.