Skip to content

La posizione costituzionale dei partiti politici ''anti-sistema'' nell'ordinamento giuridico spagnolo: dallo scioglimento ex auctoritate di Batasuna alla legalizzazione di Sortu

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele Cassaro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Mario Bertolissi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 322

Scopo preminente dell'elaborato è lo studio, in ottica giuscomparatistica, dei profili patologici del diritto spagnolo dei diritti politici.
In via preliminare, da un lato, vengono posti a confronto, dal punto di vista teoretico e giusfilosofico, gli speculari modelli teorici della democrazia pura – permeata di relativismo agnostico e inerme nei confronti di gruppi e partiti liberticidi – e della democrazia protetta, assiologicamente orientata e tetragona alle forze antisistema, cercando in entrambe le ipotesi di fare emergere, mediante un procedimento logico di reductio ad absurdum, i rispettivi paradossi e le intrinseche aporie; dall'altro, in primis, si delinea il ruolo dei partiti all'interno del quadro costituzionale e si pone in luce come la refrattarietà della fenomenologia partitica alla sussunzione in anguste categorie giuridiche si riverberi sullo studio della restrizione del pluralismo in materia di associazionismo giuridico-partitico, in secundis, si disamina l'estrinsecarsi negli ordinamenti giuridici italiano, tedesco, francese e spagnolo del principio di democraticità partitica interna ed esterna, con particolare attenzione alla declinabilità del medesimo come limite di ordine pubblico materiale, i.e. vincolo metodologico-fattuale attinente esclusivamente ai mezzi adoperati, ovvero come limite di ordine pubblico ideale, i.e. vincolo teleologico-potenziale concernente (anche) i fini perseguiti.
Successivamente si passa a sondare concretamente i meccanismi normativi di ilegalización dei partiti politici vigenti nell'ordinamento giuridico spagnolo. Codesta disamina si articola su due livelli strettamente interconnessi inter se: il livello costituzionale – inerente, da un lato, ai principi, espliciti e non, fissati dalla Carta e, dall'altro, ai limiti imposti dal legislatore ordinario costituenti i parametri giudiziali di legittimità costituzionale dell'attività di questi – e il livello della legislazione ordinaria, la quale prende corpo nella disciplina precostituzionale di cui alla Legge 4 dicembre 1978, n. 54, e in quella postcostituzionale di cui alla Legge organica 27 giugno 2002, n. 6. Di quest'ultima – caratterizzantesi per la complessa identificabilità tassonomica derivante dalla natura androgina di regime giuridico organico dei partiti politici e, al contempo, di legge-provvedimento emergenziale in materia di antiterrorismo – si opera una minuziosa analisi esegetica e sistematica e se ne evidenziano i principali profili di inopportunità, l'endemica difettosità tecnico-giuridica e i maggiori dubbi di legittimità costituzionale, avvalendosi, quale “bussola” d'orientamento della sentenza 12 marzo 2003, n. 48, con la quale il Tribunal Constitucional, quantunque con una pronuncia di tipo interpretativo, ne ha dichiarato la non inconstituzionalità.
Infine, adottando la metodologia del case study, viene esaminata l'ampia serie di provvedimenti giurisprudenziali pronunciati in applicazione della Ley Orgánica de Partidos Políticos aventi a oggetto esclusivo formazioni partitiche ideologicamente ascrivibili alla c.d. izquierda abertzale e contraddistinti da un forte legame con l'organizzazione terroristica Euskadi ta Askatasuna. Tali provvedimenti vengono dislocati su percorso di “politica giurisprudenziale del diritto”, su una parabola segmentabile, mutuando la terminologia drammaturgica, in tre atti: 1) lo scioglimento autoritativo di Batasuna, disposto dalla sentencia della Sala Especial del Tribunal Supremo 27 marzo 2003 e avallato dall'arret 30 giugno 2009 della Cour européenne de droits de l'homme; 2) la longeva propagazione degli effetti di siffatto scioglimento sulle proiezioni parlamentari e sulle gemmazioni palingenetiche del partito; 3) la recente riconduzione dell'izquierda abertzale nell'alveo della legalità, concretizzante un drastico cambio di rotta di difficile e prematura decifrabilità ma, ad ogni modo, potenzialmente costituente il tassello conclusivo della vicenda.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione «Non si può nascondere che la libertà illimitata di associazione, in materia politica, è di tutte le libertà l’ultima che un popolo possa sopportare. Se essa non lo fa cadere nell’anarchia, gliela fa per così dire rasentare ad ogni istante». Con tali icastiche parole Alexis de Tocqueville enucleava due secoli or sono uno dei proble- mi tutt’oggi più delicati e complessi del diritto costituzionale: la limitazione del diritto di associazione politico-partitica con riferimento peculiare alla ipotesi in cui l’esercizio del medesimo dia luogo alla costituzione di formazioni partitiche c.d. “antisistema”, vale a dire ideologicamente avverse all’ordine politico-giuridico costituito e aventi quale obiettivo programmatico l’eversione dell’ordinamento costituzionale. Scopo del presente elaborato è quello di portare un modesto contributo alla copiosa letteratura scientifica sorta intorno a tale problematica, da un lato, nel- l’assunto che essa, profilandosi quale questione mai esaustivamente appianata e appartenente a quell’ordine di problemi giusfilosofici ineluttabilmente irresolubili, abbisogna costantemente di nuovi apporti; dall’altro, poiché codesta queastio, cri- stallizzatasi e assopitasi sul dibattito classico intorno all’archetipo di democrazia protetta incarnato dalla Costituzione di Bonn, viene oggi ridestata, e parzialmente 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terrorismo
partiti politici
batasuna
democrazia protetta
scioglimento autoritativo
sortu
ley organica 6/2002
ley 54/1978

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi