Skip to content

Snake Plissken - il Prototipo dell'antieroe

Informazioni tesi

  Autore: Danilo Doglio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Franco Prono
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

1) PRESENTAZIONE E ANALISI PRELIMINARE DEL PERSONAGGIO (TIPOLOGIA PERSONAGGIO) In che modello rientra? È buono o cattivo? In che contesto socio-culturale è stato concepito, come si relaziona o in che cosa si accomuna con altri personaggi di quel periodo? Come è nato il personaggio in questione ecc… - Rimandi a MAD MAX.

2) PRECEDENTI (MODELLI ISPIRATORI DEL PERSONAGGIO) - Snake Plissken si rifà o meno a qualche personaggio venuto prima cronologicamente? A che archetipo di personaggio? Con quali somiglianze? - rimandi allo spaghetti western di Sergio Leone (Clint Eastwood come anti-eroe solitario).

3) COMPORTAMENTI E AZIONI DEL PERSONAGGIO (cosa e come lo fa; che cosa pensa e come pensa; come vede il mondo? Com’è il suo punto di vista?) - brevi accenni al suo look ( come si veste e se si è ispirato a qualche moda o è una sua “invenzione”).

4) RUOLO DEL PERSONAGGIO (IL PERCHÈ FA CERTE AZIONI) - In pratica come ce lo mostra Carpenter (Lo presenta positivo o negativo? Sta per caso dalla sua parte? Gli è simpatico o meno?). Come viene introdotto, presentato, come viene inquadrato (movimenti di macchina, uso di colori, di luci e delle musiche) - analizzare come film e non come sceneggiatura (ci sono momenti chiave? Quali?) - Interpretazione di critici, studiosi, ecc…)

5) RIFERIMENTI GENERALI AL SEGUITO “FUGA DA ANGELES” - evoluzione o meno del personaggio, maturazione o meno, in cosa si diversifica dal primo film, se Carpenter ce lo presenta in maniera diversa, se ha cambiato il punto di visto nei suoi confronti.

6) INFLUENZE POSTERIORI DEL PERSONAGGIO (SUL CINEMA O SU ALTRE FORME D’ARTE) - possibili film, romanzi ecc… che hanno preso spunto dal personaggio o dalla pellicola in generale - Metal Gear Solid.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE. Questa Dissertazione nasce dall’ammirazione verso John Carpenter; questo regista americano così sottostimato e sottovalutato in Patria. Un regista decisamente anti-conformista, e una persona che è andata avanti per oltre venticinque anni portando avanti “testardamente” le sue idee, fregandosene di tutto e di tutti, di critici che non lo capivano (specialmente quelli americani), delle Major che lo snobbavano, di una fetta del pubblico americano che denigrava ogni sua opera. Come disse lo stesso Carpenter in un’intervista: “In Francia sono un autore, in Inghilterra un buon artigiano di film fanta-horror, in America un buono a nulla”. Carpenter ha evitato per la maggior parte dei suoi film di affidarsi alle grandi Major per un fatto di indipendenza. Ha sempre voluto realizzare i suoi film senza dover sottostare a qualche “ingombrante” presenza che gli dicesse cosa fare; da vero indipendente si è affidato molto spesso a piccole produzioni (escludendo The Thing e Starman, ovviamente), da buon artigiano come egli si è sempre considerato. Si è anche vantato in più di un’occasione, (e secondo me giustamente) di riuscire a realizzare grandi film con piccoli budget (The fog e They Live lo dimostrano), e di non sfondare mai il tetto massimo di soldi che ha a disposizione per ogni film. Se per un film gli mettono a disposizione 8 milioni di dollari, lui utilizza effettivamente 8 miloni di dollari (se non qualche dollaro in meno). La cosa incredibile che alcuni suoi film, come Escape from New York, danno l’impressione che si sia speso un po’ di più nel realizzarli, poiché Carpenter sfrutta al massimo ogni mezzo espressivo e visivo per raccontare la sua storia. Appunto dicevo prima, Carpenter è un buon artigiano che si è “specializzato” nel filone fanta- horror, essendo un appassionato di questi generi fin da piccolo; ed è per questo forse, che è stato così sottovalutato: a differenza dei “chiassosi” Spielberg e Lucas, egli non ha mai deciso di “commercializzarsi” verso un pubblico più vasto e consenziente costruendosi una fama mondiale e “bagnata” da piogge di soldi dovuti agli incassi dei vari Star Wars o Indiana Jones. Addirittura Carpenter, dopo il flop di Big trouble in Little China, fu sul punto di abbandonare il mondo del cinema, poiché si sentiva un po’ frustrato e incompreso verso questo pubblico americano così indifferente e contrario alle sue opere. Ma per fortuna ci ripensò, e cambiò presto idea. In un epoca, la fine degli anni ’80, dove iniziava il successo dei film da cassetta senza contenuto alla Flashdance: spettacolo innocuo e niente più. L’epoca dell’inizio della circolazione massiccia dei film in VHS, la nascente epoca dei blockbuster. La sfiducia verso il sistema economico del cinema e delle grandi compagnie cinematografiche, sfocia in uno dei film, a mio giudizio, più belli di John Carpenter, They live. Il film più di “sinistra” di Carpenter, quello più sfiduciato verso le istituzioni (al secondo posto vengono tranquillamente a pari merito Escape from New York ed Escape from L.A.), quello dove si vede la brutalità della polizia, lo strapotere delle istituzioni, nell’America di Reagan dove era di moda avere una pettinatura ed un’auto cool. Una delle cose geniali di questo film è che il protagonista John Nada (infatti lui per i ricchi burocrati è un bel niente, una nullità, come il suo cognome), proviene dai bassifondi, ma col sacrificio della sua stessa vita salva il mondo dalla presenza degli alieni sfruttatori. Inoltre Carpenter non è mai stato un grande fan del cinema Europeo a differenza di Lucas e Spielberg, infatti i suoi idoli sono John Ford e Howard Hawks; inoltre come ho detto prima, da buon artigiano, quasi tutti i suoi film sono realizzati dal regista stesso in tutte le fasi di produzione, compreso le musiche. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
film
john carpenter
snake plissken
escape from new york
kurt russel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi