Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il parlache: il gergo di Medellín

Il mio lavoro si concentra sulla traduzione e vuole dimostrare che, a volte, tradurre è quasi impossibile. L'argomento attraverso il quale lo dimostro è il PARLACHE, un gergo della città colombiana di Medellín, legato al narcotraffico e alla violenza della città. La tesi presenta un'introduzione dell'argomento ed una descrizione del gergo, 5 storie scritte in PARLACHE mai tradotte, la mia traduzione delle storie ed i relativi commenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 IL PARLACHE: IL GERGO DI MEDELLÍN Il parlache è una varietà linguistica sviluppatasi nella città colombiana di Medellín da alcuni decenni a questa parte. Medellín è il capoluogo del dipartimento di Antioquia, situato nella parte occidentale della Colombia; è tristemente famoso per gli alti tassi di violenza e di omicidi registrati nella città. Nel 2002, il tasso di morti violente ogni 100.000 abitanti fu di 229, ma grazie ai programmi sociali e culturali contro la violenza, nel 2005 la cifra scese a 66.1 1 . Difatti la recente storia colombiana è intrisa di violenza e corruzione: forze politiche e guerriglieri si combattono dal 1948, con l’episodio del Bogotazo 2 che diede avvio al periodo della violenza che dura tutt’oggi, e nel conflitto sempre più dilagante ha trovato spazio il narcotraffico con i suoi diversi cartelli. Il parlache si è fatto strada nelle comunas, le favelas di Medellín, all’inizio degli anni ‘80, fra le persone che vivono quotidianamente a contatto con la violenza e si sentono esclusi da una parte della società, dall’istruzione, dal mondo lavorativo e dalla cultura. È nato come dialetto sociale in cui vi si riconosceva un determinato gruppo sociale. Nei paesi in via di sviluppo, l’immigrazione verso le città è cresciuta tantissimo in pochi anni, e poco o niente è stato fatto per risolvere i nuovi problemi urbanistici, di occupazione, di istruzione. In queste città spesso la popolazione si divide in due e a Medellín si è venuta a creare ciò che il linguista inglese Halliday chiamerebbe antisocietà: è una società all’interno della società dominante, formatasi perché in ostilità con essa o perché non vi si sente rappresentata. L’emarginazione dell’antisocietà porta alla formazione di antilinguaggi, creando così una separazione radicale fra le due società. Gli 1 Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Medell%C3%ADn_(Colombia). I dati sono aggiornati al 2005. 2 Assassinio di Jorge Eliécer Gaitán, esponente della sinistra liberale progressista, per mano del conservatore Juan Roa Sierra, durante la fase finale della campagna elettorale, il 9 aprile 1948 a Bogotá. Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Bog otazo

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Giulia Giacco Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1770 click dal 11/12/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.