Skip to content

Le strategie di Employer Branding. Uno studio sulla generazione Y.

Informazioni tesi

  Autore: Martina Vargiu
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Manageriale
  Relatore: Roberta Pinna
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

L'esigenza di mettere in atto strategia di employer branding per la gestione del personale è sorta negli ultimi anni con la nascita della cosiddetta "guerra per i talenti". Questa espressione è stata utilizzata per la prima volta, alla fine degli anni 90, dalla McKinsey e Company per indicare la frenesia con cui le aziende di quegli anni cercavano di accaparrarsi i migliori talenti, di cui avevano sempre più bisogno e che apparivano sempre più difficili da trovare e mantenere. Le ragioni di questa guerra sono da attribuire ai radicali mutamenti avvenuti nel mercato del lavoro a partire dagli anni 80. La consapevolezza di queste trasformazioni e delle nuove esigenze ha portato le aziende a dover rivedere le proprie politiche di gestione del personale e a sviluppare strategie innovative e più efficaci come quelle dell'employer branding. Alla base della strategia di EB vi è la convinzione che per la gestione dei dipendenti attuali e potenziali debba essere utilizzato un approccio ispirato al marketing come quello utilizzato per attrarre e fidelizzare i clienti. Se non è più l'azienda a poter scegliere le persone di cui ha bisogno, la stessa deve fare in modo che siano le persone di cui ha bisogno a doverla scegliere. Come? Costruendo e comunicando un'immagine aziendale (o employer brand) forte, distintivo e attraente, tale da farla diventare il luogo di lavoro ideale (best employer) per i suoi dipendenti attuali o potenziali. Poichè il target di riferimento è rappresentato oggi dalla generazione Y, è stata svolta un'indagine sui giovani studenti della magistrale di economia dell'università di cagliari, per capire al meglio le esigenze, le attese e le ambizioni che caratterizzano tale generazione. Il ritratto della generazione Y che è emerso dall'indagine ha confermato molte delle caratteristiche delineate dalle indagini a livello nazionale, come per esempio l'elevato livello di omogeneità di orientamenti tra uomini e donne, che permettono di definire questa generazione come unisex e che fanno pensare che si siano abbattute le tradizionali differenze di genere tipiche delle generazioni precedenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Oggi reperire e trattenere le persone di talento sta diventando, per le imprese, una necessità sempre più sentita e più difficile da soddisfare. La globalizzazione dei mercati e le nuove tecnologie legate a internet, telecomunicazioni e informatica hanno rivoluzionato il modo di produrre e di fare impresa. Ciò si è tradotto in una crescente, nonché necessaria, riorganizzazione interna delle imprese e in un bisogno di nuovi talenti in grado di rispondere a queste sfide. Le aziende cercano persone al passo con le nuove tecnologie, in grado di garantire elevate prestazioni, disposte ad assumersi maggiori responsabilità e capaci di fare squadra e di trasmettere entusiasmo al gruppo in cui lavorano. I giovani di alta qualificazione della Generazione Y, che stanno entrando ora nel mercato del lavoro, rappresentano un segmento particolarmente critico per le imprese. Tale criticità deriva dalla consapevolezza, da un lato, che questa popolazione rappresenta la forza lavoro del futuro che dovrà sostituire le vecchie generazioni, dall’altro, che questi giovani si rivelano una risorsa strategica fondamentale per il maggior grado di attività e flessibilità, informatizzazione, velocità nell’apprendere e il desiderio di fare cose nuove e sempre diverse. Mostrano, però, un diverso approccio e atteggiamento professionale rispetto alle generazioni precedenti, a cui le imprese più tradizionali non sono preparate. I giovani della nuova generazione sono pronti a mostrare le proprie attitudini e capacità ma attraverso le nuove tecnologie, desiderano una buona retribuzione ma vogliono essere stimolati dal lavoro che svolgono, vogliono far carriera ma senza aspettare di “fare il loro tempo”: sono la generazione del “qui e ora”. Queste caratteristiche sembrano mettere, dunque, in discussione alcuni assunti fondamentali del rapporto lavoratore-azienda che porta le imprese a ricercare nuovi approcci nelle proprie politiche di recruiting e retention dei giovani, in particolare degli alti potenziali. La risposta a queste nuove esigenze si identifica oggi nello sviluppo di azioni innovative miranti a gestire le risorse umane secondo una logica di marketing. Queste nuove azioni prendono il nome di Employer Branding (EB). Una strategia di EB consiste nella costruzione e comunicazione di un’immagine aziendale (employer brand) coerente con l’identità dell’impresa come luogo di lavoro, distinta da quella dei concorrenti e, soprattutto, in sintonia con i bisogni e le aspettative degli attuali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

indagine
employer branding
talento
amendola
generazione y
guerra dei talenti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi