Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gold standard: storia della convertibilità aurea della moneta 1821-1971

L'elaborato si configura come una ricostruzione di un secolo e mezzo di storia monetaria a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, quando l’oro rivestì la funzione di garante supremo del sistema monetario internazionale. Attraverso l’analisi dei processi economici più evidenti e dei mutamenti dei contesti politici ed economici dell’epoca oggetto di studio, l’elaborato si propone di illustrare come il gold standard abbia potuto nascere, svilupparsi e decadere come sistema monetario di riferimento per il mondo intero. L’idea che sta alla base dello studio non è tanto quella di offrire una disquisizione puramente economica del fenomeno, quanto quella di inquadrare l’oggetto dell’analisi in un contesto più generale, formato non solo da elementi economici, ma anche da aspetti storici, politici e sociali.

Dopo il primo capitolo introduttivo sulle origini della moneta, la tesi si snoda su tre parti fondamentali, che trattano rispettivamente le tre fasi principali del gold standard. Il secondo capitolo spiega come il gold standard abbia potuto affermarsi a partire dalla sua nascita e mira ad offrire al lettore una spiegazione esaustiva del suo funzionamento nella versione “classica”, che dominò la sfera internazionale tra il 1880 e il 1913. Nel terzo capitolo sono invece esposte tutte le peripezie che il sistema dovette affrontare nel periodo compreso tra le due guerre mondiali. La prima guerra mondiale portò al collasso del gold standard classico e seminò moltissimi ostacoli sulla strada per la sua restaurazione. A seguito di un periodo di difficile stabilizzazione, il gold standard fu finalmente ristabilito nel 1925 nella forma di un gold exchange standard, che però ebbe un esito fallimentare e collassò soltanto sei anni dopo, nel 1931. Il terzo capitolo, infine, tratta del gold-dollar standard che segnò l’economia mondiale tra 1945 e 1971, prodotto di un dominio statunitense a livello internazionale. Al termine della ricostruzione storica, la conclusione dell’elaborato offre degli spunti sul possibile funzionamento del sistema monetario internazionale negli anni a venire. In particolare, è importante comprendere se un regime di gold standard possa essere riproposto a livello internazionale e che effetti potrebbe avere una reintroduzione di un sistema di questo tipo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Sommario La scelta di prendere il gold standard come argomento della mia tesi di laurea è giustificata in primo luogo dal profondo interesse che ho sempre nutrito nei confronti delle materie economiche. Nonostante il percorso di studi che ho scelto di affrontare attenga a un apprendimento di tipo principalmente linguistico, la curiosità verso l’economia e la volontà di comprendere almeno alcuni aspetti di questa materia non mi hanno mai abbandonato. All’interno dell’ambito economico, ho deciso di prendere la moneta come punto di riferimento perché essa è oggetto ancor oggi di un acceso dibattito, specialmente nel contesto dell’Unione Europea, con alcuni Paesi che hanno deciso di dare vita ad un unione monetaria. Il gold standard, infine, simboleggia un rapporto tra oro e moneta che è caratterizzato da una durata secolare e che si è lacerato soltanto in tempi molto recenti. Trovo che sia quindi molto importante risalire alle cause che hanno portato allo sganciamento tra oro e moneta e alla costituzione di una moneta completamente fiduciaria su cui è ancor oggi basata la nostra economia. Questo elaborato si configura come una ricostruzione di un secolo e mezzo di storia monetaria a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, quando l’oro rivestì la funzione di garante supremo del sistema monetario internazionale. Attraverso l’analisi dei processi economici più evidenti e dei mutamenti dei contesti politici ed economici dell’epoca oggetto di studio, l’elaborato si propone di illustrare come il gold standard abbia potuto nascere, svilupparsi e decadere come sistema monetario di riferimento per il mondo intero. L’idea che sta alla base dello studio non è tanto quella di offrire una disquisizione puramente economica del fenomeno, quanto quella di inquadrare l’oggetto dell’analisi in un contesto più generale, formato non solo da elementi economici, ma anche da aspetti storici, politici e sociali. Dopo il primo capitolo introduttivo sulle origini della moneta, la tesi si snoda su tre parti fondamentali, che trattano rispettivamente le tre fasi principali del gold standard. Il secondo capitolo spiega come il gold standard abbia potuto affermarsi a partire dalla sua nascita e mira ad offrire al lettore una spiegazione esaustiva del suo funzionamento nella versione “classica”, che dominò la sfera internazionale tra il 1880 e il 1913. Nel terzo capitolo sono invece esposte tutte le peripezie che il sistema dovette affrontare nel periodo compreso tra le due guerre mondiali. La prima guerra mondiale portò al collasso del gold standard classico e seminò moltissimi ostacoli sulla strada per la sua restaurazione. A seguito di un periodo di difficile stabilizzazione, il gold standard fu finalmente ristabilito nel 1925 nella forma di un gold exchange standard, che però ebbe un esito fallimentare e

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Marco Conti Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1617 click dal 14/01/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.