Skip to content

Ruolo del sistema endocannabinoide nel controllo del metabolismo energetico

Informazioni tesi

  Autore: Serena Pierantoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Facoltà di Psicologia - Università di Bologna
  Corso: Scienze del comportamento e delle relazioni sociali (scienze e tecniche psicologiche)
  Relatore: Giovanna Zoccoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Gli endocannabinoidi e i loro recettori aumentano l’assunzione di cibo e riducono la spesa energetica agendo in particolare sull’ipotalamo e sui sistemi di ricompensa cerebrale. L’obiettivo del lavoro è analizzare come il sistema endocannabinoide regola l’attività di tali regioni in condizioni normali e patologiche. Il focus è diretto anche sulla correlazione tra alterazioni del sistema endocannabinoide e malattie quali obesità e disturbi del comportamento alimentare. Si fornisce una panoramica sui trattamenti farmacologici in grado di variare il tono degli endocannabinoidi, si indagano i loro frequenti effetti collaterali di natura psichiatrica e si esaminano possibili terapie alternative che modulino il sistema endocannabinoide allo scopo di contrastare i disturbi alimentari.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L’obesità è una delle patologie tipiche delle società industrializzate e la sua crescita esponenziale negli ultimi trent’anni sta determinando un allarme sociale in aumento (Pagotto et al., 2006). L’obesità è strettamente associata anche ad altri disturbi quali diabete mellito di tipo 2, disfunzioni cardiocircolatorie, ictus, sindrome da apnea notturna, alcuni tipi di tumore. Spesso gli individui obesi sviluppano anche disturbi dell’umore, soprattutto depressione, che peggiorano o addirittura annullano le loro interazioni sociali, già danneggiate dalla crescente stigmatizzazione dell’obesità tipica del mondo occidentale (Scherma et al., 2012). Nonostante i cambiamenti nello stile di vita nutrizionale e l’incremento di attività fisica restino i principali interventi per combattere l’obesità, l’aumento dei pazienti obesi dimostra che tali provvedimenti non sono più sufficienti per arginare la patologia. Si è iniziata, così, a manifestare la necessità di un approccio farmacologico. Il sistema endocannabinoide rappresenta uno dei nuovi target farmacologici per contrastare i disturbi alimentari (Pagotto et al., 2006). Questo sistema è costituito da tre tipi di molecole: gli endocannabinoidi (anandamide e 2- AG), una dozzina di enzimi che regolano i meccanismi di sintesi, trasporto e degradazione, e i loro recettori (CB1 e CB2). Gli endocannabinoidi (ECB) agiscono sia nel sistema nervoso centrale che nei tessuti ed organi periferici, modulando il controllo del metabolismo energetico (Bellocchio et el., 2008). Sembra che gli ECB aumentino il senso di fame e riducano il consumo energetico. A livello cerebrale agiscono sia con controlli omeostatici che con controlli non omeostatici. Interessano quindi sia i circuiti neuronali responsabili dell’omeostasi energetica in termini di rapporto tra quantità di cibo assunta e spesa energetica, sia i circuiti neuronali che permettono di attribuire un valore edonistico al cibo. Per cui l’organismo è spinto alla ricerca e all’assunzione di cibo sia per far fronte ad un calo delle risorse energetiche, quindi per richiesta metabolica, sia perché motivato ad assumere cibi altamente calorici e abbondanti a causa della sensazione piacevole e gratificante che ne consegue (Richard et al., 2009). La regione maggiormente coinvolta nella regolazione omeostatica del bilancio energetico è l’ipotalamo. Gli endocannabinoidi agiscono nel nucleo arcuato che è la prima stazione di raccolta ed integrazione delle informazioni, in cui sono presenti due popolazioni di neuroni: POMC/CART (centro anoressizzante) e AgRP/NPY (centro oressizzante). Riferendosi al modello Dual Center di Stellar (1954), ancora in parte considerato valido, esisterebbero due centri distinti. Il centro della sazietà è costituito dal nucleo ventromediale e dal nucleo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cannabinoidi
obesità
disturbi alimentari
endocannabinoidi
rimonabant
metabolismo energetico
recettori cb1
sistemi di ricompensa cerebrale
cibo e ipotalamo
relatore: giovanna zoccoli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi