Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dispersione dei prezzi nel mercato online dei viaggi

I bassi costi di ricerca su Internet facilitano i confronti dei prezzi online; per proteggersi dal tipo di concorrenza alla Bertrand, i venditori online possono provare a creare fedeltà al marchio o impegnarsi in strategie di offuscamento (Bryniolfsson e Smith, 2000; Ellison e Ellison, 2005, 2009). Data la trasparenza dei prezzi su Internet, sembra alquanto improbabile osservare che la stessa azienda possa offrire due prezzi diversi per lo stesso prodotto online.
Lo sforzo di questo capitolo consiste nel mostrare, attraverso la visione di alcuni studi, come alcune importanti LCC europee fissano tariffe online che violano sistematicamente la Legge del prezzo unico (Goldberg e Knetter, 1997). Inoltre questa analisi sostiene anche il concetto dei bassi costi di ricerca online. Infatti vi sono compagnie aeree che non postano tariffe dispersive per i voli nazionali nel Regno Unito e nei voli dell’Euro-land, perché le loro tariffe, essendo espresse nella stessa valuta, possono essere più facilmente messe a confronto. Siccome un’intensa dispersione è stata osservata solo per i voli i cui endpoint sono in paesi con diverse valute, si ritiene che altre forme di costi di ricerca restano importanti, anche se la transazione avviene online: un ovvio esempio è l’apprendimento del tasso di cambio in vigore. Comunque, il fattore più importante che facilita la dispersione di prezzo online è probabilmente la presenza dei costi di elaborazione delle informazioni, nonché l’incapacità del consumatore online di capire che c’è la possibilità di usufruire di uno sconto.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Questo saggio finale tratta della dispersione dei prezzi nel mercato online dei viaggi. E’ strutturato in tre capitoli: il primo capitolo funge da introduzione generale all’argomento , cercando di mettere in evidenza le principali differenze e analogie tra i mercati tradizionali e i mercati online dovuti all’avvento di Internet. Si prendono in esame alcuni particolari mercati come quello dei libri, dei CD, dei software, delle auto usate per capire quali erano inizialmente le convinzioni degli studiosi relativamente a questi mercati online (bassi costi di ricerca, trasparenza delle informazioni, legge del prezzo unico rispettata) e come sono successivamente mutate. Nel secondo capitolo si focalizza l’attenzione sull’oggetto principale del saggio, il mercato online dei viaggi, analizzandone il funzionamento tramite lo studio delle caratteristiche dei biglietti aerei che i consumatori cercano di acquistare su Internet con l’ausilio degli agenti di viaggio online (OTAs) che in accordo con le compagnie aeree effettuano delle ricerche su richieste specifiche degli stessi consumatori. In particolare si considerano due gruppi di consumatori: price-sensitive leisure travelers (turisti particolarmente attenti al prezzo) e time-senitive business travelers (viaggiatori di affari interessati agli orari del volo più che al prezzo), per capire il ruolo della differenziazione di prodotto, con gli agenti di viaggio che offrono diverse combinazioni delle caratteristiche del prodotto per attrarre diversi segmenti di clientela. Infine, il terzo ed ultimo capitolo considera la dispersione di prezzo nelle tariffe offerte dalle compagnie aeree low-cost europee, con l’analisi di una nuova tattica di prezzo in cui le compagnie aeree fissano, allo stesso tempo e per lo stesso volo, tariffe in valute differenti che violano sistematicamente la “Legge del prezzo unico”. A tal riguardo saranno considerati tre scenari di prezzo che mostrano le deviazioni dalla LOP e che permettono di capire quali sono le cause e le conseguenze della dispersione di prezzo.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giorgio Solarino Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1250 click dal 24/01/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.