Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le funzioni esecutive e lo sviluppo del linguaggio

Tesi compilativa sulle funzioni esecutive legate allo sviluppo del linguaggio nelle prime fasi della vita di un bambino. Vengono analizzati due articoli scientifici.
In un articolo gli autori si focalizzano sul rapporto tra Funzioni Esecutive emergenti e il linguaggio in bambini con sviluppo tipico nel terzo anno di vita, in relazione alle abilità fonologiche e morfosintattiche.
Nell’altro, invece, l’attenzione è rivolta ai bambini con Disturbo Specifico del Linguaggio e alle loro prestazioni nei test che valutano la memoria di lavoro e l’attenzione.
Quello che emerge è una notevole diversificazione del costrutto di Funzioni Esecutive sia da un punto di vista concettuale che metodologico. Nel complesso, è stato scoperto che i processi di controllo cognitivo sono particolarmente importanti durante le prime fasi di acquisizione delle diverse competenze linguistiche, quando è necessario uno sforzo per gestire le abilità emergenti non basate su schemi o processi automatizzati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Definire le Funzioni Esecutive non è semplice poiché con questo termine non ci si riferisce ad una singola entità, bensì a un insieme di diversi sottoprocessi necessari per svolgere un determinato compito e per raggiungere un particolare fine in modo articolato e flessibile. Le FE, quindi, raggruppano e valutano abilità di livello gerarchico complesso come la capacità di stabilire gli scopi e gli obiettivi di un’azione, e sono indicatori del modo in cui il soggetto tenderà ad organizzarsi in situazioni conflittuali, quali soluzioni troverà, quali strategie metterà in atto e come si comporterà nei confronti degli altri. Per tutti questi motivi, lo studio delle Funzioni Esecutive costituisce per gli psicologi una grande sfida che, attraverso nuovi strumenti clinici, diagnostici e riabilitativi potrà orientare maggiormente i campi della neuropsicologia e della psicopatologia dello sviluppo. Il rapporto tra Funzioni Esecutive e sviluppo del linguaggio e le competenze emergenti di FE è stato studiato per la maggior parte in campioni clinici di età scolare con Disturbo Specifico del Linguaggio (SLI). Nella popolazione SLI sono state segnalate limitazioni in diversi domini di Funzioni Esecutive, anche quando le attività coinvolgevano informazioni spaziali e non richiedevano risposte verbali, suggerendo che il Disturbo del Linguaggio potrebbe essere il risultato di un deficit di elaborazione generale non limitata al dominio del linguaggio. Nei primi due capitoli di questo lavoro sono state trattate le Funzioni Esecutive e lo Sviluppo del Linguaggio con definizioni e teorie sottostanti. Il Terzo e il Quarto capitolo, invece, sono dedicati all’osservazione di diversi studi che hanno indagato il rapporto tra Funzioni Esecutive e Sviluppo del Linguaggio.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca De Angelis Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9475 click dal 31/01/2014.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.