Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla progettazione al progetto. Il nido e l'educatore

La presentazione di un progetto educativo attuabile in un asilo nido, progetto che prende in considerazioni le più moderne teorie pedagogiche,introducendo innovazioni e nuove attività. Il tutto introdotto da una parte teorica, su quel che si intende per progettare,e da interviste fatte a genitori e ad educatori, per poter, così, raccogliere bisogni e desideri di entrambi gli attori coinvolti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione […] Siamo grandi quanto i sogni che ci sforziamo di realizzare, e non importa che cosa incontriamo lungo questo viaggio chiamato vita. Se inseguiamo i nostri sogni con tutto il nostro cuore comprenderemo il vero significato della nostra esistenza, e quasi certamente raggiungeremo la meta che ci eravamo prefissati. Viviamo una sola volta, ma possiamo vivere quest'unica vita in modo tale che alla fine del viaggio sentiremo di aver vissuto migliaia di vite. Quest’ obiettivo è quello che dobbiamo perseguire con tutte le nostre forze (Sergio Bambarén,2000). Il progetto tesi nasce dall’interesse verso gli asili nido e le possibili metodologie educative applicabili al loro interno. In questo elaborato si intende esporre un progetto educativo, applicabile in un asilo nido, in quanto fra i miei obiettivi futuri ci sarà quello di aprire una struttura che offra un servizio per bambini, compresi nella fascia d’età 0-3, in modo da coronare un mio sogno. Per introdurre il capitolo relativo alla progettazione e al progetto, è stato necessario un approfondimento teorico sull’istituzione asilo nido e sugli attori coinvolti. L’asilo nido odierno viene inteso come luogo e ambiente che offre opportunità di crescita e di sviluppo per il bambino, luogo di socializzazione (aspetto centrale anche per i genitori, che spesso affermano di mandare il proprio figlio al nido per il bisogno di fare esperienze sociali che altrimenti gli sarebbero compromesse) e non solo di custodia, nella quale il bambino instaurerà molteplici relazioni. Per arrivare a questa idea di nido sono serviti molti anni e molti studi, negli ultimi trent’anni, infatti, è cresciuta la consapevolezza del nido come servizio che può sostenere i bambini, questo grazie anche alla nuova idea di infanzia che si è andata mano a mano a modificare. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Elena Quaglia Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12354 click dal 12/02/2014.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.