Skip to content

Training per il controllo dell'impulsività in pazienti psichiatrici con comorbilità da uso di sostanze

Informazioni tesi

  Autore: Simona Schiano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecniche della Riabilitazione Psichiatrica
  Relatore: Emilio Sacchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 96

I pazienti psichiatrici in comorbilità da uso di sostanze presentano diverse complicanze rispetto ai pazienti "monodiagnosi", di tipo internistico, sociale, legale. Diversi di questi problemi sono direttamente collegati all'alta quota di impulsività tipica di questi pazienti e legata sia alla sintomatologia tipica di alcune patologie diffuse in questa popolazione, quale il disturbo borderline di personalità, sia ai meccanismi neurofiologici legati all'assunzione di sostanze. La presente tesi vuole dimostrare l'efficacia di un training specifico per il controllo dell'impulsività sulla riduzione della stessa in pazienti psichiatrici in comorbilità da uso di sostanze. Vuole inoltre descrivere un eventuale collegamento tra la riduzione dell'impulsività e un miglioramento della qualità della vita percepita dal paziente e il funzionamento psicosociale globale dello stesso. Il Training è stato ideato ad hoc per un ristretto gruppo di pazienti ricoverati in una C.p.a. e il suo valore si limita all'esperienza stessa in quanto il campione e il controllo erano poco numerosi e non randomizzati. I metodi e le tecniche utilizzati sono stati estrapolati e adattati a partire dalla Terapia Metacognitiva Interpersonale del Terzo Centro di Roma e dalla Terapia Dialettico Comportamentale di M. Linhean. Oltre a ciò sono state inserite tecniche cognitivocomportamentali e psicoeducative.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Durante l'ultimo anno di università ho effettuato il tirocinio in una struttura che accoglie pazienti psichiatrici in comorbilità per uso da sostanze: la comunità protetta “La Celeste” di Orzinuovi appartenente all'IRCCS "San Giovanni di Dio" Fatebenefratelli di Brescia. Nel corso di questa esperienza è nato in me un forte interesse per l'argomento e il desiderio di svolgere la mia ricerca di tesi in quest'ambito. In questo particolare momento storico l'uso di sostanze, l'età di inizio dell'assunzione, la moltiplicazione delle stesse sul mercato e la conseguente riduzione del prezzo d'acquisto ha modificato i consumi e la percezione del fenomeno. Inoltre, rispetto al passato in cui i consumatori erano perlopiù mono- consumatori (utilizzavano principalmente una sostanza, a volte in combinazione con l'alcool), oggi la tendenza si è spostata al poli- consumo/abuso. Le persone tendono ad alternare le sostanze in modo da prolungare il più possibile gli effetti desiderati e annullare gli indesiderati. Se prima l'immagine del "tossico" riservata agli alcolisti e ai consumatori di eroina era socialmente stigmatizzata e allontanata al pari di quella del malato psichiatrico, oggi le nuove droghe, prima tra tutte la cocaina, sono accettate e diffuse anche nella società "bene", tra professionisti affermati di ogni età. Si pensi poi all'alcool, sostanza della quale spesso si sottovaluta la lesività in quanto socialmente accettata e legale; eppure questa, oltre ad essere la sostanza più utilizzata, è una delle sostanze che provoca maggiori danni nei pazienti, proprio per queste caratteristiche. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aggressività
psichiatria
doppia diagnosi
cognitivo comportamentale
disturbo borderline di personalità
impulsività
riabilitazione psichiatrica
dipendenza da sostanze
comorbilità da uso di sostanze

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi