Skip to content

Edilizia popolare della metà del Novecento: recupero e miglioramento energetico di un edificio nel quartiere ''Serra venerdì'' di Matera

Informazioni tesi

  Autore: Filomena Venezia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dei Sistemi Edilizi
  Relatore: Fabio Fatiguso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 302

Le condizioni socio-economiche ed i caratteri tipologici, formali e tecnico-costruttivi che hanno caratterizzato l’edificazione del patrimonio residenziale dall’immediato dopoguerra sino ai primi anni ’80 hanno determinato negli ultimi anni una riflessione approfondita sulle metodologie ed opportunità degli interventi di riqualificazione. Infatti, tale patrimonio edilizio è oggi soggetto a un degrado fisico e ad un’obsolescenza funzionale importanti, legati principalmente al fatto che, in quegli anni, all’emergenza abitativa fu data una risposta di tipo prevalentemente quantitativo, con una scarsa attenzione ai livelli di qualità globale delle costruzioni. È possibile rilevare che ad oggi, in Italia così come in Europa, una rilevante percentuale degli edifici residenziali ha superato il limite di efficienza prestazionale, rendendo pertanto necessaria una ricognizione diffusa del deficit qualitativo esistente.
Si tratta quindi di un patrimonio consistente da un punto di vista quantitativo, caratterizzato da scarse prestazioni sia in termini funzionali-distributivi, che tecnologici, che energetici. Peraltro, l’importanza storico-culturale, più che meramente architettonica di questi quartieri, non va sottovalutata. Per tutte queste ragioni, una riqualificazione urbanistica, architettonica, funzionale ed energetica di questo patrimonio diventa doverosa, venendo tra l’altro a costituire una percentuale significativa delle attività nel settore edilizio, decisamente superiore agli interventi di nuova costruzione. Occorre prendere coscienza della crescente significativa incidenza delle attività di recupero sul totale degli interventi edilizi.

Nel presente lavoro di tesi si è preso come oggetto di studio il primo in ordine di tempo fra i quartieri popolari nati a Matera negli anni ’50 in seguito alla legge n. 619 del 17 maggio 1952 ed altre leggi successive, con le quali veniva disposto lo sfollamento dei Sassi di Matera e la costruzione di nuovi rioni nella cosiddetta città del piano, dove furono inizialmente trasferiti gli abitanti dei Sassi e dove in seguito ha avuto luogo l'espansione demografica della città.
Si è costruito un quadro conoscitivo analitico storico-critico del rione nel suo complesso e delle diverse tipologie edilizie ivi presenti in particolare. Ciò è stato preliminare alla definizione e alla programmazione degli interventi di recupero, prestando attenzione all’importanza, quanto mai attuale, della sostenibilità nel recupero.
In tale contesto, l’elemento di partenza per la definizione delle priorità di intervento è stato il concetto di qualità globale, intesa come il grado di rispondenza dell’oggetto edilizio, e del quartiere stesso in cui esso si colloca, al quadro di requisiti richiesti quanto dall’utenza tanto dalle norme vigenti.
Sono stati analizzati diversi livelli del concetto di qualità:
- una qualità energetico-ambientale, comprendente gli aspetti connessi alla riduzione degli impatti ambientali e al miglioramento del comfort interno.
- una qualità funzionale-spaziale, che esprime la rispondenza dei caratteri morfologico-dimensionali e distributivi degli spazi ai principali requisiti relativi al sistema ambientale quali l’accessibilità e l’adattabilità,la flessibilità, il dimensionamento, le condizioni di affaccio e la privacy, ecc.
- una qualità edilizio-tecnologica, riguardante il particolare costruttivo, che se progettato e realizzato in maniera poco attenta, diventa un punto di debolezza strutturale e prestazionale.
Questa analisi si sostanziano in una serie di TAVOLE PROGETTUALI che, partendo da una rifunzionalizzazione degli spazi all'interno di un alloggio tipo, si spingono fino alla riprogettazione del particolare costruttivo, dalla chiusura verticale esterna per la quale si è adottato un sistema di micro-ventilazione, al serramento a taglio termico, alla copertura in legno lamellare, anch'essa ventilata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
DICATECh Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, del Territorio, Edile e di Chimica. 35 Edilizia popolare della metà del ‘900: recupero e miglioramento energetico di un edificio nel quartiere Serra Venerdì di Matera CAPITOLO 2 CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE, FORMALI, COSTRUTTIVE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA SOCIALE DEL SECONDO DOPOGUERRA. QUADRO NORMATIVO E DEFICIT PRESTAZIONALE. 2.1 Indirizzi e criteri progettuali: il I fascicolo Ina-Casa “Suggerimenti, norme e schemi per l’elaborazione e presentazione dei progetti. Bandi dei concorsi” Al fine di evitare un eccessivo “liberismo progettuale”, dovuto al gran numero di professionisti coinvolti, vengono predisposti, come è noto, dal Comitato di attuazione del Piano, quattro fascicoli di “raccomandazioni e suggerimenti”, due per il primo settennio (prodotti nel 1949 e nel 1950) e due per il secondo settennio (prodotti nel 1956), in modo da definire una precisa linea urbanistica, architettonica e tecnologica, e anche per garantire elevata qualità nelle fasi progettuali e di realizzazione. L'insierne di questi fascicoli, che costituisce un manuale sui generis, merita particolare attenzione per la sua rilevanza pratica e la sua capacità performativa. E questa dipende anche dalla particolare fattura, la quale spicca in un periodo che già registra la crisi della manualistica di settore. Figura 6. Le copertine del secondo e terzo fascicolo per la guida alla progettazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

matera
particolari costruttivi
quartieri popolari
recupero e riqualificazione
luigi piccinato
sfollamento sassi
ina casa
facciata ventilata
bioedilizia
architettura bioclimatica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi