Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Street art: tra arte pubblica e riqualificazione urbana

Oggi la street art raggiunge quasi ogni angolo del mondo e può a ben vedere essere considerata come una delle forme d'arte più diffuse e praticate nella storia dell'uomo. Se, infatti, ci si sofferma a considerare quante persone ogni giorno tra tutte le città del globo, nelle attività più abituali di andare a lavoro, a scuola, fare una passeggiata, nelle file in macchina, nelle uscite serali, vengono anche solo per un attimo intercettate dal più piccolo sticker sino al grande murale, si capiscono bene le potenzialità comunicative senza precedenti, che accostano la sua natura sub-culturale al suo essere un'arte di massa, ovvero un'arte che agisce tra le masse prima ancora di essere comunicata come tale; creatività quale unico requisito richiesto, ampia visibilità e comunicazione sono alcuni degli elementi che ne decretano il successo.
La stessa idea di fare una tesi sulla street art, la mia così come quella di molti altri, è evidentemente figlia dell'ampia diffusione odierna di tale fenomeno, che io da adolescente ho per breve tempo toccato con mano nel suo lato operativo.
A differenza di molti altri, tuttavia, questo lavoro si propone di intraprendere delle questioni ancora poco affrontate da un punto di vista bibliografico e appena entrate a far parte del dibattito attorno ai temi dell'arte urbana, il cui difficile inquadramento ha provocato non poche difficoltà sul piano della reperibilità di fonti e del confronto di opinioni differenti. Arte pubblica e riqualificazione urbana sono ai nostri giorni importanti punti all'interno delle agende delle amministrazioni cittadine e, solo recentemente, grazie alla crescente popolarità e all'avvicinamento dei poteri pubblici alla creatività urbana, sono state associate alle potenzialità offerte sui loro campi da nuove tipologie di interventi artistici. L'opera di street art più che valere per se stessa, per le sue qualità estetiche e il suo valore concettuale, come un quadro in galleria, vale in quanto presente in strada, visibile a tutti, nuovo elemento della visuale urbana; la sua rivoluzione non va cercata nelle forme del linguaggio ma nella superficie della parete. [...]

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Oggi la street art raggiunge quasi ogni angolo del mondo e può a ben vedere essere considerata come una delle forme d’arte più diffuse e praticate nella storia dell’uomo. Se, infatti, ci si sofferma a considerare quante persone ogni giorno tra tutte le città del globo, nelle attività più abituali di andare a lavoro, a scuola, fare una passeggiata, nelle file in macchina, nelle uscite serali, vengono anche solo per un attimo intercettate dal più piccolo sticker sino al grande murale, si capiscono bene le potenzialità comunicative senza precedenti, che accostano la sua natura sub-culturale al suo essere un’arte di massa, ovvero un’arte che agisce tra le masse prima ancora di essere comunicata come tale; creatività quale unico requisito richiesto, ampia visibilità e comunicazione sono alcuni degli elementi che ne decretano il successo. La stessa idea di fare una tesi sulla street art, la mia così come quella di molti altri, è evidentemente figlia dell’ampia diffusione odierna di tale fenomeno, che io da adolescente ho per breve tempo toccato con mano nel suo lato operativo. A differenza di molti altri, tuttavia, questo lavoro si propone di intraprendere delle questioni ancora poco affrontate da un punto di vista bibliografico e appena entrate a far parte del dibattito attorno ai temi dell’arte urbana, il cui difficile inquadramento ha provocato non poche difficoltà sul piano della reperibilità di fonti e del confronto di opinioni differenti. Arte pubblica e riqualificazione urbana sono ai nostri giorni importanti punti all’interno delle agende delle amministrazioni cittadine e, solo recentemente, grazie alla crescente popolarità e all’avvicinamento dei poteri pubblici alla creatività urbana, sono state associate alle potenzialità offerte sui loro campi da nuove tipologie di interventi artistici. L’opera di street art più che valere per se stessa, per le sue qualità estetiche e il suo valore concettuale, come un quadro in galleria, vale in quanto presente in strada, visibile a tutti, nuovo elemento della visuale urbana; la sua rivoluzione non va cercata nelle forme del linguaggio ma nella superficie della parete. Quale perno centrale del profondo dialogo che instaura con il tessuto cittadino, la street art assolve al tentativo consapevole di consegnare lo spazio pubblico alla collettività

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Egidio Emiliano Bianco Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4211 click dal 05/03/2014.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.