Lo scenario giuridico caratterizzante il contratto telematico

La tesi tratta del contratto telematico, nello specifico della possibilità o meno che questo venga regolato dalla normativa tradizionale riguardante il contratto o necessiti di nuove leggi specifiche, che diano così vita a una categoria civilistica a se stante.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L'interesse per il commercio elettronico sembra aumentare sempre di più, grazie alla sua velocità, alla sua economicità e al nuovo ritmo che ha impresso ai processi economici. L'e-commerce, infatti, rappresenta sostanzialmente un nuovo tipo di commercio, dotato di tempi e meccanismi propri, fondato sulle informazioni e sui servizi, più che sulla produzione fisica dei beni. Questa tendenziale dematerializzazione dei traffici economici che avvengono online è accompagnata da una generale delocalizzazione delle operazioni, che non hanno più un tempo e uno spazio, se non la “cliccata” dell'utente in rete. Internet, oltre ad aver rivoluzionato l'economia e i suoi processi ed elementi tradizionali, pone grandi sfide per il diritto, che si trova così a dover affrontare un universo nuovo, senza confini certi con le norme e le categorie civilistiche utilizzate per il mondo commerciale offline. É doveroso chiedersi allora se le consuete regole possano continuare a essere applicate alle transazioni in rete e in particolare allo strumento principe di estrinsecazione della volontà umana nel commercio, cioè il contratto. Con questo elaborato si tenterà di dare una risposta a questo interrogativo, attraverso l'analisi degli aspetti più rilevanti dello scenario giuridico che caratterizza i contratti telematici, grazie ad uno studio delle norme che regolano il contratto nel diritto privato, delle direttive dell'Unione Europea, della legislazione nazionale di recepimento di queste e sul commercio elettronico. Partendo dalle modalità di conclusione del contratto, si proverà a ricollegare queste alle modalità previste dal codice civile, con le problematiche connesse allo strumento utilizzato. Si tenterà, inoltre, di definire il tempo e il luogo di conclusione del contratto in rete e della natura giuridica dell'obbligo di accusare ricevuta da parte del professionista. Successivamente ci si soffermerà poi sulla complessa questione del documento informatico, della sua sottoscrizione e della possibilità di compararlo o meno al documento cartaceo tradizionale, in riferimento alle novità introdotte dal Codice dell'Amministrazione Digitale. L'ultimo capitolo è, invece, dedicato alla tutela del cyberconsumatore, con la disamina dei tre strumenti di protezione di quest'ultimo, cioè obblighi d'informazione, necessità di sottoscrizione delle clausole vessatorie e diritto di recesso, e delle conseguenze del loro inadempimento.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale

Autore: Ilaria Amadori Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 920 click dal 01/04/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.