Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influenza del folclore ucraino sulla prosa di Nikolaj Vasil'evič Gogol'

Il folclore della natia Ucraina ebbe un peso rilevante su alcune delle opere di Gogol', in modo specifico "Le veglie alla fattoria presso Dikan'ka" e "Mirgorod". Scopo della tesi è scoprire quali siano state le fonti dell'autore e come egli le abbia rielaborate all'interno del proprio sistema espressivo.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 1 - Citazioni. In luogo di prefazione. Ho finito di leggere le Veglie presso Dikan’ka. Mi hanno lasciato sbalordito. Questa sí che è autentica allegria, un’allegria disinvolta, senza sdolcinature e affettazioni. E poi quanta poesia, quanto sentimento in certi passaggi! Tutto ciò è così insolito nella nostra letteratura che non mi sono ancora riavuto dalla sorpresa. (A.S. Puškin) Se ho voglia di un bell’incubo non ho che da figurarmi Gogol’ che verga nel dialetto della Piccola Russia volumi su volumi di roba nel genere Dikan’ka o Mirgorod, a proposito di spettri che si aggirano sulle sponde del Dnepr, di ebrei burleschi e di impetuosi cosacchi. (V .V . Nabokov)

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Lovisolo Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 782 click dal 04/04/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.