Skip to content

In Google we trust. L'importanza della gestione delle risorse umane come fonte potenziale di vantaggio competitivo.

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Bella
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Americo Cicchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

L'obiettivo fondamentale di questo studio è quello di sottolineare l'importanza che riveste la scelta della cultura organizzativa da adottare all'interno di un'organizzazione e, di conseguenza, focalizzare l'attenzione sui metodi di gestione delle risorse umane che ne derivano, evidenziandone i contributi per il raggiungimento di un forte vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. La scelta di una cultura organizzativa che consenta ai dipendenti di avere la motivazione, la capacità e la possibilità di impegnarsi in azioni che li possano condurre verso la realizzazione degli obiettivi strategici, e allo stesso tempo il fatto di prestare grande attenzione alla progettazione di pratiche di gestione delle risorse umane che promuovano il "benessere in azienda" possono costituire le basi per il successo di un'impresa. Il management può avere la possibilità di individuare le pratiche di gestione delle risorse umane ottimali ai fini del raggiungimento di vantaggio competitivo tramite l'applicazione di una versione "rivisitata" del modello Line of Sight di Boswell, il quale prevede tre livelli di analisi distinti ma connessi alla strategia: organizzativo, di gruppo e individuale e per ogni livello sono prese in considerazione determinate variabili in termini di capitale umano e sociale fondamentali per l'allineamento della pratiche di gestione del personale alla strategia dell'impresa. Per dare applicazione a quanto esposto a livello teorico è possibile prendere come esempio il caso Google. Google ha infatti deciso di adottare una cultura adattiva, questa presenta una correlazione positiva con la motivazione, la soddisfazione del lavoro, i lavori di gruppo, la soddisfazione del cliente. La politica di gestione delle risorse umane intrapresa da Google risponde a quasi tutti i requisiti del modello Los. L'impresa ha tratto molti vantaggi dalla strategia adottata: ha rafforzato la propria reputazione, tanto da diventare uno dei posti di lavoro più ambiti dai giovani che rimangono affascinati da quello che rappresenta il mondo Google. In esso si riescono ad ottenere tassi di turn over molto bassi cosicché i dipendenti vengono in un certo senso fidelizzati ed è raro che un soggetto decida di lasciare il proprio posto di lavoro per motivi di "insoddisfazione", ciò contribuisce inoltre a mantenere all'interno dell'organizzazione risorse rare e inimitabili in termini di capitale umano. È evidente che le risorse umane costituiscono la forza trainante di ogni organizzazione, pertanto il successo di un'impresa deve fondarsi su una politica aziendale che punti in primo luogo ad una valorizzazione dei propri dipendenti. Infine, se posso aggiungere il mio parere personale, mi preme evidenziare che in Italia è raro che il management di un’organizzazione si chieda se i propri lavoratori sono felici, non esiste infatti quel tipo di mentalità ormai affermata in territori come la zona californiana. Tuttavia credo che anche nel nostro Paese bisognerebbe avere un maggiore slancio nei confronti degli interessi dei dipendenti, mettendo da parte le rigide gerarchie organizzative e lasciando largo spazio alla creatività delle giovani menti, forse solo allora ci si potrebbe accostare a grandi colossi dell’economia come Google, Microsoft, Apple, Facebook e tutte le altre aziende provenienti da quel fantastico mondo chiamato “Silicon Valley”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’obiettivo fondamentale di questo studio è quello di sottolineare l’importanza che riveste la scelta della cultura organizzativa da adottare all’interno di un’organizzazione e, di conseguenza, focalizzare l’attenzione sui metodi di gestione delle risorse umane che ne derivano, evidenziandone i contributi per il raggiungimento di un forte vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. Il primo capitolo esplora il concetto di cultura organizzativa. Nella prima parte sono definite le origini, i principali fattori che la determinano e le possibili forme di manifestazione. Vengono poi spiegate le funzioni principali della cultura quali: fornire un’identità organizzativa, favorire l’impegno collettivo, promuovere la stabilità dell’ambiente sociale, formare il comportamento aiutando le persone a comprendere le scelte aziendali intraprese e le modalità adottate dall’organizzazione per il raggiungimento di obiettivi a lungo termine. La seconda parte, invece, si concentra sulla comprensione dell’incidenza della cultura organizzativa sull’efficacia di un’organizzazione, viene quindi fornita una spiegazione sulla relazione esistente tra cultura e performance, suggerendo inoltre il tipo di cultura potenzialmente migliore da adottare per ottenere vantaggio competitivo. Infine, tramite la spiegazione della “socializzazione”, un meccanismo fondamentale per radicare la cultura tra le persone, si introduce in questo contesto il tema della gestione delle risorse umane e della relazione esistente con la strategia e le performance di un’organizzazione. Il secondo capitolo si concentra sulla valutazione di come i metodi di gestione delle risorse umane possono influenzare le performance organizzative. Quindi, in relazione alla cultura organizzativa scelta, si esaminano le pratiche di gestione del personale che possono contribuire al raggiungimento di risultati soddisfacenti. L’analisi viene effettuata partendo dal contributo degli studi della letteratura basata sull’approccio Resource Based View, senza però ignorare i limiti degli stessi. Tali limiti cercano di essere superati tramite la spiegazione di una versione “rivisitata” del modello Line of Sight (LOS) di Boswell, che ha come obiettivo quello di allineare le pratiche di gestione delle risorse umane alla strategia. Il modello LOS “rivisitato” prevede tre livelli di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redaz[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

strategia
capitale umano
gestione delle risorse umane
vantaggio competitivo
google
boswell
benessere aziendale
pratiche hr
modello los
valorizzazione dipendenti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi