Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fare squadra: l'importanza del lavoro di gruppo nelle organizzazioni

Nell'elaborato vengono trattate le strutture e le dinamiche interne a gruppi di lavoro e team, i conflitti, la leadership, ponendo particolare attenzione all'importanza della comunicazione. Vi sono inoltre alcuni rimandi alla teoria dei giochi e consigli sulle strategie da adottare per migliorare efficienza ed efficacia del gruppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Fare squadra: l'importanza del lavoro di gruppo nelle organizzazioni Marzo 2014 INTRODUZIONE Già da parecchi decenni esistono ormai le più svariate teorie sui gruppi, atte ad analizzare i loro componenti, gli aspetti, ma soprattutto le dinamiche che vengono ad instaurarsi e si evolvono nel corso della crescita di questo insieme di persone, capace di offrire potenzialmente più della semplice somma del lavoro di ogni individuo. Quale può essere quindi l'ulteriore apporto da offrire in merito? Sin dalle prime analisi sul lavoro di gruppo l'approccio è sempre stato, dal mio punto di vista, tendente all'astrazione, ossia alla formazione di teorie su gruppi che potremmo definire ottimali, stereotipati, e che quindi poco si prestano ad una loro applicazione diretta, dovendo fare i conti con l'estrema diversità di ogni singolo individuo e con l'enorme numero di variabili che influenzano, direttamente ed indirettamente, ogni gruppo. Il testo “Fare squadra: Psicologia dei gruppi di lavoro” di Daniele Malaguti intende inserirsi proprio in questo contesto, facendo luce su nuove e più complesse dinamiche che si sono manifestate applicando le teorie sociologiche tradizionali a gruppi di lavoro “reali”. Grande importanza viene anche data al contesto storico: è noto infatti che la grande rivoluzione tecnologica di cui sono state protagoniste le attuali generazioni abbia influito enormemente sulle dinamiche dei gruppi di lavoro, sia in positivo che in negativo, offrendo strumenti dalle grandi potenzialità che però a tutt'oggi sono ben lungi dal venir padroneggiati correttamente e con buon senso. L'onere del mio lavoro, ossia trovare i punti critici nel testo di Malaguti, non è certo facilitato dall'estrema soggettività a cui alludevo prima; prego quindi il lettore, e lo stesso autore del testo in esame, di considerare l'elaborato e le mie personali considerazioni anch'essi come elementi permeati dalla medesima soggettività, frutto di una visione, restando in tema potremmo quasi dire “costrutti”, dettata dalle mie esperienze personali, e da considerazioni di persone a me care la cui opinione ha avuto per me un peso rilevante, seppur non esente da un attento lavoro di analisi critica. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Riccardo Gamba Contatta »

Composta da 32 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4445 click dal 17/04/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.