Skip to content

Le lobby, la società che partecipa?

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore di Iulio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Studi europei
  Relatore: Andrea Pierucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

In tutte le comunità politiche sono presenti uomini che, uniti da interessi comuni di qualsiasi tipo, si adoperano attraverso forme di pressione per ottenere dal potere politico particolari provvedimenti a loro favore.
Questo gruppo di pressione è definito gruppo d’interesse e in linguaggio tecnico è definito lobby.
Come sostiene J.J. Rousseau, la società civile si suddivide in un insieme di società particolari a cui gli individui partecipano sulla base di un interesse che li accomuna.
Le lobbies sono strutture dotate di un’organizzazione formale, riconoscibile e identificabile, e agiscono per affermare interessi particolaristici in maniera tale da poter esercitare influenza a favore dell'interesse da essi rappresentato verso le istituzioni legislative, politiche e amministrative chiamate a individuare l'interesse generale e a legiferare in merito ad esso.
A tal punto anche un’aggregazione di Stati come l’Unione Europea deve essere presa in esame, poiché la nascita della stessa Unione deriva da accordi di singoli Stati, al fine di fornirsi delle regole che potessero permettere una pacifica convivenza.
È da rilevare come all’interno di queste aggregazioni nascono gruppi, più o meno forti, con la precisa volontà di influenzare le decisioni dell’Unione.
Il termine Lobby è generalmente inteso, a causa della scarsa visibilità nell’opinione pubblica, con un’accezione negativa; questo testo non si pone l’obiettivo di far cambiare idea al lettore, bensì di far comprendere la formazione, la struttura e il profilo all’interno dell’Unione, quindi nell’individuazione di quelle che sono considerate le varie forme di lobbies, le loro caratteristiche e i principali approcci tematici alle loro attività.
Nello specifico verificheremo come all’interno dell’Unione Europea ci siano differenti strutture che effettuano pressione, quali le lobbying firms o società di consulenza, gli studi legali, le ONG, i Think Tank, le Multinazionali e, infine, i padronati e i sindacati. Quest'ultima tipologia sarà illustrata in maniera approfondita nel terzo capitolo.
D’altro canto, nel secondo capitolo, illustreremo come il fenomeno è stato regolato all’interno dell’Unione Europea (regolamentazione avvenuta in epoca relativamente recente, se posta a confronto con il sistema statunitense, andando di pari passo con l’ampliamento dei poteri della stessa Unione) e analizzeremo nello specifico come le lobbies riescano a influenzare gli organi dell’Unione Europea.
Nel terzo ed ultimo capitolo approfondiremo il rapporto che intercorre tra le istituzioni dell’Unione Europea e le rappresentanze dei lavoratori e dei datori di lavoro nelle figure della Confederazione Europea dei Sindacati e di Business Europe (la principale organizzazione aziendale europea); è un rapporto che, seppur atipico, è sempre di tipo "lobbistico" poiché è l'esercizio di un'azione d'influenza di strutture private sul sistema istituzionale. L’analisi riguarderà, in primo luogo, l’aspetto storico dell’introduzione dei rapporti formalizzati nel Dialogo sociale, fondamentale per la realizzazioni di politiche economiche e sociali di comune interesse, attraverso un continuo scambio d’informazioni. In secondo luogo, analizzeremo gli aspetti, sia strutturali che funzionali, della Business Europe e della Confederazione Europea dei Sindacati, e i rapporti che intercorrono fra essi e le relazione con l’Unione Europea.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo Primo Cosa si intende per lobby Democrazia: definizione e forme. 1.1 Lobby come principio di democrazia partecipativa La nozione di lobby s’identifica in diverse materie: sociologia, politica, diritto, economia, storia; essa è un’attività d’influenza che si esercita attraverso la comunicazione, lo scambio politico, le decisioni legislative e d’informazione. Per meglio comprendere cos’è lobby è necessario individuare gli strumenti atti a una corretta comprensione, il primo è insito nella definizione di democrazia. Con la parola democrazia s’intende letteralmente “governo del popolo”, il termine deriva dal greco démos (δήμος), ovvero popolo, e cràtos (κράτος), potere. Il concetto di democrazia non è ritrovabile in un’unica versione ovvero in un’unica tradizione, ma la sua espressione è frutto di processi storici, che hanno avuto come unico comune denominatore la possibilità di dare al popolo la capacità effettiva di autogovernarsi. Tuttavia la democrazia è una forma di Stato che dagli arbori, all’interno delle polis greche, nell'arco di più di due millenni si è sviluppata, divenendo oggi il sistema maggiormente utilizzato. All’interno dei sistemi democratici moderni è doverosa una distinzione tra democrazia diretta e democrazia rappresentativa. Nel V secolo A.C. ad Atene abbiamo la nascita della prima forma di democrazia diretta, che vedeva i cittadini direttamente coinvolti nella “cosa pubblica”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
unice
sindacati
lobby
corporativismo
trattato di maastricht
istituzioni
dichiarazione di laeken
think tank
tecniche del lobbying
val duchesse
carta dei diritti fondamentali del 2000
business europe

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi