Skip to content

Modellazione Idrogeologica degli acquiferi carsici costieri finalizzata alla gestione della risorsa idrica:il caso del Salento (Puglia)

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Romanazzi
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Scienze della Pianta e Tecnologie per l'Ambiente
Anno: 2014
Docente/Relatore: Maurizio Polemio
Correlatore: GiulianaTrisorio LiuzziFabioMilillo
Istituito da: Università degli Studi di Bari
Dipartimento: DISAAT
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 179

Scopo generale di questa tesi di dottorato è dimostrare la possibilità di utilizzare modelli numerici applicati su area vasta come strumenti di supporto alle decisioni nella gestione e salvaguardia delle acque sotterranee. In termini applicativi, si è perseguita la definizione di un modello per la ricostruzione del degrado quali-quantitativo dell’acquifero carsico di una porzione della penisola salentina (Puglia), caratterizzata da alti livelli di salinità nelle falde sotterranee a causa del fenomeno di intrusione marina. Selezionata l’area di studio il Salento, inizialmente sono state caratterizzate le modificazioni occorse nell’arco di 80 anni, dagli inizi dello sfruttamento della falda ad oggi. Acquisizioni e elaborazioni di dati climatici, idrologici, geologici, idrogeologici e agro-colturali sono divenuti input per una modellazione numerica del flusso idrico e del trasporto a densità variabile, utilizzando i codici di calcolo MODFLOW e SEAWAT. In particolare è stato ricostruito il flusso idrico sotterraneo in condizioni stazionarie quasi naturali, per definire l’entità delle risorse e il campo della salinità ovvero la qualità delle acque sotterranee allorquando i prelievi erano nulli o trascurabili (anni ‘30). Successivamente simulazioni in transitorio, relative al ventennio 1980-1999, hanno permesso una validazione del modello, utilizzato successivamente per definire scenari previsionali, fino al 2060, con riferimento anche alle modificazioni climatiche. Il quadro complessivo evidenzia un acquifero fortemente sovrasfruttato da prelievi che richiede urgentemente un’inversione di tendenza attraverso la definizione di nuovi criteri gestionali definiti a scala di acquifero.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
MODELLAZIONE IDROGEOLOGICA DEGLI ACQUIFERI CARSICI COSTIERI IN PRESENZA DI INTRUSIONE MARINA, FINALIZZATA ALLA GESTIONE DELLA RISORSA IDRICA: IL CASO DEL SALENTO (PUGLIA) Pag. | 5 INTRODUZIONE Attualmente l’approvvigionamento potabile del 75% della popolazione dell’Unione Europea è garantito dalle acque sotterranee (COST, 2003; COST 2005; Martínez-Navarrete, 2008), di cui il 50% proviene da acquiferi carsici (COST, 2005). Questo è solo uno tra i principali motivi per cui la tutela di questa risorsa naturale è, in questi ultimi anni, al centro di numerose iniziative a scala nazionale e comunitaria, un esempio per tutti la Direttiva Acque WFD 2000/60/CE. Indipendentemente dalle previsioni sui quantitativi disponibili in funzione degli effetti delle modificazioni climatiche, non vi è dubbio che si osserva un progressivo aumento del consumo idrico e una crescente difficoltà nel soddisfacimento della domanda idrica per i diversi usi, irriguo, industriale e potabile. Con riferimento a quest’ultimo, in Europa il 30% dell’acqua ad uso potabile viene estratto dal sottosuolo. Nazioni quali Danimarca, Austria, Svizzera, Islanda e l’Italia estraggono più dell’80% dell’acqua potabile dalle risorse idriche sotterranee (Krinner et al., 1999) (Tab.1).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

idrogeologia
modflow
cambiamenti climatici
modellazione idrogelogica
seawat
acquiferi costieri
acquifero carsico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi