Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scelte di istruzione degli individui

Il lavoro si divide in due capitoli, nel primo capitolo vengono presentati alcuni modelli di G.S. Becker che considerano varie forme di investimento in capitale umano effettuate dagli individui nel corso della loro vita, mentre il secondo capitolo presenta i risultati principali di alcune analisi empiriche, dell'ISTAT e di EUROSTAT, riguardanti l'evoluzione degli investimenti in capitale umano in Italia dagli anni 50 a oggi.
Il primo capitolo descrive principalmente gli effetti degli investimenti in capitale umano, in particolare sulle retribuzione degli individui. L'analisi prende in considerazione essenzialmente due forme di investimento: la formazione professionale sul posto di lavoro e l'istruzione, tuttavia sono trattate anche forme di investimento diverse come ad esempio gli investimenti in ricerca di lavoro da parte di un individuo e quelli fatti dalle imprese in salute mentale e fisica.
Nel secondo capitolo del lavoro ci siamo invece soffermati sull'analisi dei dati di vari paesi dell'UE, e in particolare dell'Italia. Il capitolo si apre con un preambolo introduttivo che sancisce per vie generali l'importanza del capitale umano come fattore fondamentale di crescita economica in ogni paese.

Mostra/Nascondi contenuto.
Lo scopo principale di questo lavoro è quello di analizzare le forme di investimento determinanti e gli effetti economici degli investimenti in capitale umano. Il lavoro si divide in due capitoli, nel primo capitolo vengono presentati alcuni modelli di G.S. Becker che considerano varie forme di investimento in capitale umano effettuate dagli individui nel corso della loro vita, mentre il secondo capitolo presenta i risultati principali di alcune analisi empiriche, dell’ ISTAT e di EUROSTAT, riguardanti l’evoluzione degli investimenti in capitale umano in Italia dagli anni 50 a oggi. Il primo capitolo descrive principalmente gli effetti degli investimenti in capitale umano, in particolare sulle retribuzione degli individui. L’analisi prende in considerazione essenzialmente due forme di investimento: la formazione professionale sul posto di lavoro e l’istruzione, tuttavia sono trattate anche forme di investimento diverse come ad esempio gli investimenti in ricerca di lavoro da parte di un individuo e quelli fatti dalle imprese in salute mentale e fisica.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Fabrizio De Simone Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 245 click dal 23/05/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.