Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il tema della diversità e dell'esclusione sociale nel cinema italiano contemporaneo

Il presente lavoro di tesi si prefigge il compito di analizzare – concentrandosi su un arco temporale abbastanza ristretto, compreso tra la fine degli anni Novanta ed i giorni nostri – in quale maniera il cinema italiano contemporaneo affronti il tema della diversità e dell'esclusione sociale.
Essendo, a nostro avviso, una tematica variegata e complessa, che molto spesso viene principalmente connessa al problema dell'immigrazione, andando così a trascurare altri aspetti, la nostra analisi sarà perciò trasversale, ossia andrà a considerare alcuni film che trattano l'argomento da diversi punti di vista, portando alla luce problematiche varie che si intrecciano tra loro: l'emarginazione e la difficoltà di inserimento degli esclusi nella società (di cui si parlerà in Terra di mezzo e ne La bocca del lupo), l'alienazione (tema portante di Estate romana e di Giulia non esce la sera), il problema dell'identità (argomento trattato in Tornando a casa), il rifiuto di aderire a canoni standardizzati (Respiro, Centochiodi e Il passaggio della linea), il disagio familiare (Nemmeno il destino), il bullismo ed il conseguente disagio sociale (La solitudine dei numeri primi), l'isolamento da parte della comunità e la paura del diverso (Il vento fa il suo giro).

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il presente lavoro di tesi si prefigge il compito di analizzare – concentrandosi su un arco temporale abbastanza ristretto, compreso tra la fine degli anni Novanta ed i giorni nostri – in quale maniera il cinema italiano contemporaneo affronti il tema della diversità e dell’esclusione sociale. Essendo, a nostro avviso, una tematica variegata e complessa, che molto spesso viene principalmente connessa al problema dell’immigrazione, andando così a trascurare altri aspetti, la nostra analisi sarà perciò trasversale, ossia andrà a considerare alcuni film che trattano l’argomento da diversi punti di vista, portando alla luce problematiche varie che si intrecciano tra loro: l’emarginazione e la difficoltà di inserimento degli esclusi nella società (di cui si parlerà in Terra di mezzo e ne La bocca del lupo), l’alienazione (tema portante di Estate romana e di Giulia non esce la sera), il problema dell’identità (argomento trattato in Tornando a casa), il rifiuto di aderire a canoni standardizzati (Respiro, Centochiodi e Il passaggio della linea), il disagio familiare (Nemmeno il destino), il bullismo ed il conseguente disagio sociale (La solitudine dei numeri primi), l’isolamento da parte della comunità e la paura del diverso (Il vento fa il suo giro). La scelta dei film da prendere in esame non è stata priva di difficoltà, in quanto le variabili esistenti erano molte; ad un primo sguardo le pellicole analizzate nel presente lavoro potrebbero sembrare disomogenee, ma, ad un’analisi più approfondita, si potrà notare come siano invece collegate dal medesimo filo rosso. L’esclusione sociale e la diversità hanno aspetti multiformi e sfaccettati e non possono essere rapportate esclusivamente ad un problema economico; per fare un esempio, lo scrittore Guido Montani, co-protagonista di Giulia non esce la sera, appartiene alla borghesia romana, ma è, a suo modo, un “diverso”, in quanto non si piega alle rigide, macchinose e opportunistiche leggi dell’editoria, fatte anche di feste patinate e di finti sorrisi. Si allontana dunque dal suo sterile, ovattato e agiato mondo, per avvicinarsi ad un altro, assai lontano dal proprio, ma che è in grado di offrirgli molto, a livello umano e sentimentale. Si autoesclude da un determinato ambiente, disinteressandosi di premi letterari e logiche di mercato, per arrivare ad affermare che il successo non lo riguarda: è in cerca di esperienze

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giulia Alessandra Bussi Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2334 click dal 27/05/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.